Connect with us

Papa: attese oltre 135.000 persone

Papa: attese oltre 135000 persone

City Guide

Papa: attese oltre 135.000 persone

Mancano solo cinque giorni all’attesissima messa di Papa Francesco, in programma il 5 febbraio alle 10.30 del mattino allo Zayed Sports City Stadium di Abu Dhabi. Gli organizzatori hanno ricordato alcune norme alle quali attenersi, per contribuire alla sicurezza e alla buona riuscita di questo evento storico: la prima volta di un Papa in un Paese del Golfo e il primo evento religioso non musulmano che si svolge in un luogo pubblico negli Emirati Arabi.

Ed è sicuramente una scelta storica anche quella annunciata ieri dal Governo: martedì 5 febbraio sarà considerato giorno di ferie retribuito, nel settore privato, per tutti coloro che andranno ad Abu Dhabi a seguire la messa.

Vediamo cosa c’è da sapere:

  • Chi è riuscito ad avere il biglietto riceverà sia un pass di ingresso allo stadio che un pass per il trasporto, con un “Access Hub” specificato, ovvero il punto dal quale parte il proprio autobus per raggiungere lo stadio.
  • Portate con voi i due pass (vale la regola “no ticket no travel”).
  • Occorre dunque trovarsi all’Access Hub indicato, all’orario riportato sul biglietto.
  • Non è permesso cambiare il proprio Access Hub.
  • Il servizio di autobus da Dubai ad Abu Dhabi (in tutto quasi 1000 bus) comincia a partire la sera prima della messa (i primi alle 23.45), quindi controllate bene gli orari sui vostri biglietti.
  • I cancelli dello stadio aprono alle 5 di mattina.
  • Se arrivate con la vostra auto, dovete parcheggiare a Yas Island e poi prendere i bus navetta gratuiti per lo Zayed Sports City Stadium.
  • Se vivete ad Abu Dhabi e potete raggiungere lo stadio a piedi, portatevi dietro la vostra ID Card insieme ai biglietti e seguite le indicazioni della polizia e del servizio di Security.
  • Verrà messo a punto un sistema per coloro che necessitano di assistenza speciale (persone con disabilità, anziani, donne in gravidanza), tuttavia sarà fornita solo per un numero limitato di persone, quindi occorre arrivare in anticipo.
  • Per motivi di sicurezza, preparatevi a caminare anche 3 chilometri per raggiungere lo stadio e ad aspettare fino a cinque ore nello stadio prima della messa.
  • Non è permesso portare cibo o bevande all’interno dello stadio, sarà disponibile solo acqua gratuita una volta all’interno, e cibo da acquistare conclusa la messa.
  • E’ vietato introdurre nello stadio bastoni per selfie, striscioni, bandiere, sedie pieghevoli, sgabelli e ombrelli.
  • Il meteo prevede pioggia: portatevi qualcosa di impermeabile per coprirvi.
  • Chi non è riuscito a procurarsi il biglietto, può seguire la messa in diretta in una delle chiese degli Emirati Arabi, in live streaming sul sito ufficiale Uae Papal Visit oppure sul canale YouTube del Vaticano.

In un’intervista esclusiva all’agenzia di stampa nazionale WAM, il vicario apostolico dell’Arabia meridionale Paul Hinder ha sottolineato che l’apertura degli Emirati Arabi, con il loro spirito di tolleranza e accettazione, “è una lezione da insegnare anche alle altre parti del mondo”. “In 15 anni si è sviluppato fortemente il rapporto tra i cittadini degli Emirati e le chiese”, ha spiegato Hinder, aggiungendo che “dobbiamo approfondire lo spirito di tolleranza” per superare “tendenze sfavorevoli” in tutto il mondo. E la lezione sembra già avere dato i suoi frutti, tanto che anche la vicina Arabia Saudita potrebbe presto autorizzare la costruzione di chieste cattoliche.

Per maggiori informazioni: Uae Papal Visit

The Dubaitaly Press Team

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in City Guide

RSS Arabian Business –

WAM.AE News

Authors

Trends

Tags

To Top
it_ITIT
en_GBEN it_ITIT