Connect with us

Hajj, che cos’è?

Haij, che cos'è?

City Guide

Hajj, che cos’è?

Milioni di musulmani da tutto il mondo, nei prossimi giorni, precisamente a partire dal 9 di agosto, si recheranno alla Mecca, in Arabia Saudita, per l’Hajj, il pellegrinaggio. Ma di che cosa si tratta esattamente? Di un viaggio religioso che si svolge ogni anno tra l’ottavo e il tredicesimo giorno dell’ultimo mese del calendario islamico e che ripercorre i passi di Maometto. Tutti i musulmani che sono fisicamente e finanziariamente in grado di sostenere il pellegrinaggio, devono farlo almeno un volta nella vita, poiché è uno dei cinque pilastri dell’Islam, insieme alla fede in Allah, alle cinque preghiere quotidiane, alla carità e al digiuno durante il Ramadan.

Si prevede transiteranno, solo da Dubai, oltre 6600 persone per questo fondamentale rito dell’Islam, che ha l’obiettivo di purificarsi dai peccati nel tentativo di avvicinarsi a Dio.

Il luogo principale del pellegrinaggio è la grande moschea della Mecca che comprende la fonte sacra di Zamzam e la Kaaba, una costruzione cubica che, sul lato orientale, custodisce la “pietra nera”, un blocco di minerale scuro la cui origine è sconosciuta. Nel corso del rito del Hajj i pellegrini girano in senso antiorario intorno alla Kaaba e cercano, nonostante la calca, di fermarsi di fronte alla “pietra nera” per baciarla, proprio come si racconta fece Maometto durante il suo secondo pellegrinaggio dopo l’Egira.

Oltre alla rotazione attorno alla Kaaba, il pellegrinaggio prevede di compiere per sette volte il percorso tra le collinette di Safa e Marwa,  che si trovano vicino alla grande moschea della Mecca, e di salire sul monte Arafat per pregare e meditare nel punto nel quale Maometto pronunciò il suo ultimo sermone e ricevette la rivelazione per scrivere il passaggio conclusivo del Corano. Il pellegrinaggio si conclude infine con l’Eid Al Adha, che ricorda la devozione e l’ubbidienza di Abramo a Dio, nel momento in cui fece il gesto di sacrificare il figlio (per la religione musulmana Ismaele e non Isacco).

Per affrontare il pellegrinaggio, occorre che ogni fedele si liberi di tutto ciò che potrebbe indicare la propria posizione sociale, poiché tutti sono uguali agli occhi di Dio. Per questo gli uomini devono indossare due lenzuola bianche, prive di cuciture, che simboleggiano la purezza, mentre le donne devono indossare abiti o abaya semplici, lunghi e modesti.

Lo stesso pellegrinaggio a La Mecca, ma compiuto in altri mesi dell’anno, prende il nome di Umra. Per approfondire, qui trovate le informazioni ufficiali del Ministry of Hajj saudita.

 

The Dubaitaly Press Team

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in City Guide

RSS Arabian Business –

WAM.AE News

Authors

Trends

Calendar

August 2019
SMTWTFS
« Jul Sep »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Tags

To Top