Connettiti con noi

Sport

Continua il successo della Juventus Academy negli UAE

Pubblicato

su

Continua il successo della Juventus Academy negli UAE
Tempo di lettura stimato: 5 minuti

Grandi novità quest’anno per la Juventus Academy. Dopo aver vinto prestigiosi riconoscimenti come miglior “Football Academy” del Medio Oriente e degli Emirati Arabi Uniti, il gigante del calcio italiano inaugurerà la stagione 2019/2020 con nuove sedi a Dubai, Abu Dhabi e Ras Al Khaimah, grazie ai partner locali FFG Sports Management LLC e J Sports LLC.

Allenatori e dirigenti italiani qualificati, approvati dalla Juventus, tornei, campionati e location strepitose, rientrano nel progetto della Juventus Academy, con l’obiettivo di aiutare i giovani a muovere i primi passi nel mondo del calcio, formandoli seguendo il famoso “metodo Juventus”.

Più di 1000 ragazzi e ragazze dai 4 ai 17 anni giocheranno in campionati, partite, tornei e gli allenatori valuteranno periodicamente i loro progressi, per monitorare e sviluppare al meglio la crescita di ogni singolo giocatore. Ogni anno, inoltre, i piccoli calciatori hanno l’opportunità di incontrare le leggende della Juventus, come David Trezeguet, Edgar Davids, oltre all’opportunità di volare in Italia e partecipare alla Juventus Training Experience e alla Juventus Academy World Cup, momento di incontro tra le Juventus Academy di tutto il mondo.

 

Copertina Abu Dhabi

FFG Sports Management è il partner ufficiale della Juventus a Dubai e negli Emirati Arabi Uniti del Nord. “Siamo orgogliosi e felici di iniziare la nostra quinta stagione con la squadra dei nostri cuori – sottolinea lo Chairman di FFG, Mohammed Lajam -. In collaborazione con i nostri partner, aumenteremo la presenza della Juventus nella regione. Ci guida prima di tutto la passione bianconera”.

“Abbiamo creato un grande team di professionisti – precisa invece il CEO, Fabrizio Puglisi, – composto principalmente da italiani, e con il supporto della Juventus siamo molto orgogliosi dei nostri successi negli Emirati Arabi Uniti e, recentemente, del premio come miglior Academy in Medio Oriente. Con i nostri molti eventi, tornei in Italia e nei Paesi del Gcc, tornei negli Emirati, la presenza al Globe Soccer Award, le Juventus Legends e molto altro ancora, il nostro progetto continuerà a crescere”.

 

La Juventus Academy di Abu Dhabi è invece gestita da J Sports LLC, una joint venture tra Al Masaood Group e FFG Sports Management. “Siamo onorati di rappresentare una delle più grandi squadre di calcio del mondo – ha dichiarato Ahmed Rahma Al Masaood, Vice Chairman di Al Masaood e Chairman di J Sports -. La Juventus è stata fondata nel 1897 ed è l’unica squadra sportiva al mondo ad essere di proprietà della stessa famiglia (la famiglia Agnelli) da così tanti anni”.

La Juventus Academy ha coinvolto, solo lo scorso anno, oltre 1000 bambini negli Emirati Arabi, sotto la supervisione del responsabile dell’area della Juventus, Marco Degortes, che visita periodicamente l’Accademia durante la stagione. Alla fine di agosto, le Juventus Academy degli Emirati Arabi Uniti (Dubai, Abu Dhabi e RAK), di Arabia Saudita, Bahrain, Kuwait e Oman sono state invitate per un importante incontro ospitato al Media Rotana Dubai, hotel partner della Juventus Academy Dubai, per discutere della prossima stagione, del progetto Juventus Academy, del piano di lavoro annuale, della direzione tecnica della Juventus, dell’esperienza di allenamento, della Juventus Academy World Cup, del torneo Juventus GCC e di molto altro ancora.

 

Quando si comincia?

La stagione inizierà a metà settembre. A Dubai presso la JSS Private School (vicino al Safa Park), Sportsmania (Jumeirah Lakes Towers), Target Football Fields (Al Qusais), Gulf Heroes Sports Club (Mirdif), GEMS Wellington Primary School (Jumeirah); ad Abu Dhabi all’Abu Dhabi Cricket, Dome@Rawdhat and Koora Sports (Reem Island); infine a Ras Al Khaimah (Marjan Island).

Marco Casula, direttore tecnico della Juventus Academy negli Emirati Arabi Uniti, invita tutti a partecipare: “Nei prossimi giorni – spiega – inizieranno i Free Days di prova e questa sarà un’incredibile opportunità per conoscere la squadra e gli allenatori. A partire da quest’anno, abbiamo implementato un sistema secondo il quale i nostri Head Area Coach (cinque dei quali provengono dal progetto Juventus International) monitoreranno costantemente il progetto tecnico in tutte le diversi sedi”.

Qui è disponibili il calendario dei Free Days di prova nelle sedi di Dubai 

“Non vediamo l’ora di iniziare questa nuova stagione – conclude Antonio Leo, direttore tecnico della Juventus Academy di Abu Dhabi -. Siamo ansiosi di incontrare i nostri nuovi giocatori e di cominciare gli allenamenti con il metodo che abbiamo acquisito lavorando in tutto il mondo con lo Juventus Football Club International Project. Ragazzi e ragazze dai 4 ai 17 anni, di tutti i livelli, avranno l’opportunità di giocare con i loro coetanei e partecipare a tornei, squadre d’élite, campionati interni, partite amichevoli e molto altro”.

Per scoprire la location più vicina a te e avere tutte le informazioni sui corsi (le Academy sono anche su Facebook e Instagram), puoi visitare:
Dubai
Abu Dhabi
Ras Al Khaima

Per coloro che desiderano registrarsi, la Juventus Academy offre ai lettori di Dubaitaly una promozione speciale per la stagione 2019/2020: la tariffa “Early Bird” (sconto fino al 20%) verrà applicata non solo a coloro che si registrano durante i Free Days di prova, ma anche a chi si registra in ogni altro momento dell’anno, in ognuna delle undici sedi di Dubai, Abu Dhabi e Ras Al Khaimah. Non solo: coloro che sono già registrati al CICER, beneficeranno di un ulteriore sconto aggiuntivo.

 

 

Per approfondire, ecco alcuni video della Juventus Academy durante la scorsa stagione:

Best football academy in the UAE and the Middle East Award
Juventus Legend, http://bit.do/GCCTourJuve
Promo video Dubai
Promo video Abu Dhabi
Promo video RAK
Technical Project by Juventus 
Juventus Training Experience in Italy
Juventus Academy World Cup
Medical Visits AL DAS Medical Clinic for all the players
Juventus Academy Abu Dhabi inauguration
Juventus Website (5ht JUAE Juventus Day)
Youtube video (created & shared by Juventus for us)

Clicca per commentare

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Weekend sportivo a Dubai: Rugby Sevens e Sole DXB

Quattro tornei, 16 nazionali delle rappresentative maschili e femminili e 300 squadre di rugby e netball. Il Rugby Sevens è l’evento che da 50 anni si replica a Dubai. Per il basket invece potete trascorrere il weekend al Design District.

Pubblicato

su

Weekend sportivo a Dubai: Rugby Sevens e Sole DXB
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Febbre sportiva per la città dei record, che vede un weekend ricco di sport ed occasioni per esercitare attività sociali fuori dai soliti ambiti lavorativi e post-ufficio.

Dubai Rugby Sevens

Comincia oggi il 50esimo Dubai Rugby Sevens, il cui nome deriva dal fatto che i giocatori in campo sono in 7 anziché in 15. È una delle ricorrenze sportive più seguite negli Emirati Arabi. Con oltre 100.000 visitatori attesi ogni anno, è composto da quattro tornei: World Rugby Sevens Series, World Rugby Women’s Sevens Series e i tornei ad invito con oltre 300 squadre di rugby e netball. È a tutt’oggi l’evento sociale più longevo del Medio Oriente.

*Il torneo maschile delle nazionali

Dubai Rugby Sevens, fondato a Dubai nel 1970, ha ospitato per la prima volta il torneo ufficiale della Union Rugby nel 1999. Dal 1987 è sponsorizzato da Emirates Airlines e si gioca da 10 anni nel The Sevens Stadium, sul crocevia che unisce la Dubai-Al Ain Road (E66) e la Jebel Ali-Lahbab Road (E77). Lo stadio dispone di 15.000 posti auto e conta 8 campi da rugby, 6 da cricket, 4 da tennis o netball, un campo da basket e diversi ancillari.

Con 7 partite ogni 20 minuti, il divertimento per adulti e bambini è assicurato. La Nuova Zelanda, conosciuta internazionalmente come All Blacks e detentrice del maggior numero di titoli nell’evento, ha un conto in sospeso con gli uscenti campioni delle Fiji. Se vogliamo includere anche il recente mondiale di rugby, tenutosi in Giappone, che ha visto nell’epica finale tra Inghilterra e Sud Africa coronare contro ogni aspettativa la squadra africana, ci si aspetta davvero un torneo ad alta competitività.

Dal lato intrattenimento, Kylie Minogue ha confermato il concerto per il 6 dicembre. Altra particolarità dell’evento è il tema carnevalesco, al quale tutti gli spettatori possono partecipare. L’ingresso è gratuito nella giornata di oggi mentre i biglietti partono da 300 dirham (potete comprarli qui). Prima di tuffarvi tra stand della birra e tackle ad alto rischio di concussione, vi ri-proponiamo le regole del gioco.

Sole DXB

Il secondo evento dedicato interamente al basket si tiene invece nell’iconica area del Dubai Design District. Si tratta del Sole DXB, giunto quest’anno alla sua sesta edizione.

Con sponsor del caibro di Cadillac e Deliveroo, conta 3 concerti, copertura live da Sole Radio, decine di pop-up stand dove comprare articoli sportivi e legati alla corrente di musica Hip Hop, oltre ad un campo da basket dove si scontreranno 16 squadre (maschili e femminili) per aggiudicarsi il primo premio e diventare i re del campetto.

Potete comprare i biglietti sul sito di Virgin. Anche per il Sole, venerdì si entra gratis, giornata in cui verrano trasmessi dei filmati sulle edizioni precedenti dell’evento. Per il biglietto giornaliero, che include il party serale, si parte da 245 dirham. Buon weekend a tutti!

Continua a leggere

Sport

Mondiali: attenzione al tifo sui Social

Pubblicato

su

Mondiali: attenzione al tifo sui Social

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Periodicamente i media locali pubblicano piccoli vademecum sulle regole da rispettare nel Paese per l’uso dei Sociale Media. Proprio in questi giorni, in occasione dei Mondiali entrati nella loro fase più “calda”, sui quotidiani sono usciti alcuni consigli per tifare – e postare – senza brutte conseguenze e, più in generale, sta circolando un video che ricorda che cosa dicono le leggi in materia di Web e reati informatici. I consigli sono rivolti, come sempre, sia ai residenti che ai turisti di passaggio a Dubai.

Per i tifosi

  • E’ vietato ridicolizzare sui Social, ma anche su WhatsApp o messaggini telefonici, Paesi o squadre di calcio
  • E’ vietato pubblicare immagini che possano in qualche modo svilire i simboli dei diversi Paesi, come ad esempio le bandiere
  • E’ vietato pubblicare commenti che facciano riferimento a droghe o a sostanze illecite legate ad un Paese (nello specifico, ci riferisce ai possibili commenti sul Messico o altri Paesi del Centro America)
  • E’ vietato postare immagini che incitino alla violenza verso una squadra di calcio o un Paese
  • E’ vietato pubblicare false informazioni

Per contenuti di questo genere, entrano infatti in gioco due diverse leggi: quella sui crimini informatici del 2012 e quella contro le discriminazioni e l’odio del 2015. Se si infrangono uno o più articoli delle due normative, si rischiano multe salate (a partire dai 250000 aed) e il carcere anche fino a 5 anni.

Ricordiamo che per essere perseguiti, occorre che qualcuno sporga denuncia. Un esempio? Se un tifoso di una squadra viene deriso attraverso i Social o anche con un messaggino sul telefono e sporge denuncia, potrebbe venire aperto un caso contro l’autore del post o del messaggino in questione.

Per tutti

Sempre in questi giorni, a seguito della vicenda di un expat che dopo avere twittato commenti ritenuti offensivi nei confronti di una donna emiratina è stato accusato di diffamazione e violazione della legge sui crimini informatici – e ha preso una multa di 250.000 aed – , il quotidiano Khaleej Times ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un video con gli 8 principali comportamenti da evitare quando si usano i Social o il telefonino.

  • Non postare immagini o video di altre persone senza il loro consenso (targhe delle auto incluse)
  • Non fare minacce di alcun tipo
  • Non pubblicare immagini volgari o che evidenzino il consumo di alcol
  • Non pubblicare materiale pornografico o immagini che contengano persone nude
  • Non taggare nessuno senza consenso
  • Non insultare o criticare in nessun modo l’Islam
  • Non fare pettegolezzi o diffondere false informazioni
  • Non molestare o mettere in atto comportamenti bullistici

 

Continua a leggere

WAM.AE News

Trending

Copyright © 2014-2020 Dubaitaly

it_ITIT
en_GBEN it_ITIT