Connect with us

Ad Abu Dhabi per discutere di energia

Ad Abu Dhabi per discutere di energia

Dubaistart

Ad Abu Dhabi per discutere di energia

Compagnie petrolifere, tra le quali BP, Total, Eni, oltre a ministri, dirigenti di aziende, esperti di energia, provenienti da 150 Paesi diversi. Sono impegnati in questi giorni, fino al 12 settembre, al 24esimo World Energy Congress che, per la prima volta, si svolge ad Abu Dhabi.

Si discuterà di petrolio? Sicuramente, ma non solo: l’obiettivo del congresso è infatti quello di guardare al futuro, oltre gli idrocarburi, per affrontare il tema della sostenibilità e delle energie rinnovabili.

In programma ci sono oltre 80 tavole rotonde durante le quali si parlerà di petrolio, gas, elettricità, carbone pulito, energia nucleare, trasporti, efficienza energetica, finanza e possibili investimenti nel settore.

Tra i temi più discussi, in questi primi giorni di lavori, il nucleare. L’Arabia Saudita, il più grande esportatore di petrolio al mondo, ha dichiarato che vuole attingere ai suoi depositi di uranio per sviluppare questa industria, con l’obbiettivo di inserire 17 gigawatt di energia dal nucleare entro il 2040. “Siamo abbastanza fortunati da disporre di molte risorse di uranio, il 5% delle risorse mondiali”, ha sottolineato il Ministro dell’Energia saudita.

A parte l’Iran e Israele, in Medio Oriente sono gli Emirati Arabi a guidare il settore, con il mega impianto di Barakah, progetto da 25 miliardi di dollari i cui lavori sono cominciati nel 2011 e che alla fine di quest’anno o al più tardi all’inizio del prossimo, comincerà a portare energia elettrica nel Paese. Gli Emirati Arabi si sono infatti posti il traguardo di diversificare le fonti energetiche, per generare il 6% di elettricità dal nucleare entro il 2050.

Intanto, proprio oggi, la Global Commission on Adaptation, guidata dall’ex capo delle nazioni unite Ban Ki-moon, ha sottolineato che il mondo dovrebbe investire 1,8 trilioni di dollari per adattarsi ai cambiamenti climatici. Unica strada, secondo la Commissione, per proteggere la Terra dagli impatti distruttivi del climate change.

Il World Energy Congress è un evento triennale organizzato dal World Energy Council, che ha sede a Londra, la cui prima edizione, nel 1924, vide anche la partecipazione di Albert Einstein.

A margine del congresso, si incontreranno anche l’Opec e i produttori non membri guidati dalla Russia, per rivedere la decisone, presa lo scorso febbraio, di tagliare 1,2 milioni di barili al giorno di produzione (accordo valido fino a marzo 2020). Al momento, secondo la BP Statistical Review of World Energy, gli Emirati Arabi producono il 4,2% del petrolio mondiale.

 

L’esperienza maturata in anni di collaborazione con società multinazionali e un team di professionisti affermati nel campo della consulenza aziendale, ha creato Dubai Start. Siamo il punto di riferimento per chi vuole esplorare, conoscere e iniziare business in una delle più importanti capitali della finanza mondiale. La nostra offerta è strutturata in pacchetti con servizi trasparenti e prezzi competitivi, per le esigenze di ogni genere di business e attività.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in Dubaistart

RSS Arabian Business –

WAM.AE News

Authors

Trends

Calendar

September 2019
SMTWTFS
« Aug Oct »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930 

Tags

To Top