Connect with us

Lifestyle

Le emozioni nascoste al tempo del Coronavirus

Roberto Murgia, CEO di Delphi Ethica, ci parla del video corso, gratuito e accessibile a tutti, pensato per affrontare al meglio questo difficile periodo della nostra vita.

Published

on

Le emozioni nascoste al tempo del Coronavirus
Tempo di lettura stimato: 8 minuti

“Stiamo tutti attraversando un momento particolarmente sfidante che richiede tutto il nostro impegno, in cui siamo chiamati a cambiare prospettiva e talvolta a reinventarci. Per questo, noi che da sempre abbiamo a cuore il benessere delle persone e facciamo ogni giorno del nostro meglio per meritarci la loro fiducia, abbiamo realizzato un video corso davvero prezioso e totalmente gratuito per aiutarvi ad affrontare in modo efficace la situazione sotto il profilo emotivo comportamentale”.

E’ quanto ci spiega Roberto Murgia, CEO di Delphi Ethica, società specializzata e certificata in alta formazione, ricerca e consulenza in ambito emotivo comportamentale, investigazioni e security.

Roberto, dopo un passato di oltre 20 anni nei Corpi Governativi della Difesa, lei si è dedicato con il suo team ad un avvincente progetto imprenditoriale nell’ambito della formazione e della consulenza nell’area emotivo comportamentale, della sicurezza e delle investigazioni. Da cosa nasce questa svolta?
Premetto che mio padre era un Militare dell’Arma dei Carabinieri, io sono stato un carabiniere, sono nato e cresciuto con l’uniforme al fianco per 20 anni e l’ho indossata per altri 24, in quell’uniforme ritrovo sempre i valori e i principi con i quali sono cresciuto e sono stato educato: la disciplina, l’onore, il senso del dovere, l’onestà, lo spirito di squadra, la serietà, la lealtà. Per quanto riguarda la scelta che ho fatto le parole chiave sono “passione”, “conoscenza”, “sfida”, “etica”; il progetto nasce da un lato per dare un concreto seguito naturale ad una forte passione legata alla conoscenza del comportamento emotivo delle persone in ogni contesto, privato e professionale; in secondo luogo dal desiderio di intraprendere un’entusiasmante e motivante sfida assieme ad una squadra davvero fantastica che si impegna quotidianamente e sinergicamente per raggiungere traguardi sempre più ambiziosi, con etica e rispetto delle persone, delle aziende e delle corporazioni che si affidano a noi.

Di cosa si occupa Delphi Ethica?
E’ una realtà imprenditoriale con sede a Milano, operiamo nel settore della formazione, ricerca scientifica e consulenza integrata, nei campi dell’Analisi Emotivo Comportamentale, Investigazioni, Sicurezza e Tecnologie applicate all’Intelligence. Mettiamo a disposizione di istituzioni, aziende e corporazioni, professionisti e persone che desiderano accrescere le proprie conoscenze e le proprie competenze, esclusivi percorsi di alta formazione con i migliori specialisti, docenti, consulenti e ricercatori, con un unico obiettivo: accrescere le loro conoscenze e competenze contribuendo a fargli avere il successo che meritano.

Entriamo nello specifico di questa iniziativa formativa gratuita e accessibile a tutti.
Siamo molto sensibili ai pensieri e ai sentimenti delle persone, in questo periodo stiamo tutti vivendo un’esperienza che ci ha messo di fronte, in modo piuttosto violento e inaspettato, ad una realtà che tende ad uscire dalle logiche più razionali a cui gli esseri umani, pur sforzandosi, cercano di aderire; le emozioni rivestono un ruolo fondamentale rispetto a queste logiche, determinando uno stravolgimento di quelle che sono le scelte pianificate o basate su circostanze di fatto. Ci troviamo dunque nella condizione di doverci confrontare con le nostre e le altrui emozioni che trovano un radicamento più antico, direi quasi primordiale: la paura, la rabbia, la tristezza. Queste emozioni possono sopraggiungere con insistenza, soprattutto in un periodo come questo, determinando dei cambiamenti nei nostri comportamenti e nelle nostre scelte che generano di conseguenza implicazioni in noi e nelle nostre dinamiche relazionali. Questi cambi di comportamento possono essere talvolta disfunzionali sia rispetto alle nostre relazioni e interazioni, sia rispetto agli obiettivi che ci prefiggiamo. Con questo video corso gratuito miriamo ad introdurre il tema dell’intelligenza emotiva, avvicinare le persone al mondo delle emozioni, all’importanza che le emozioni hanno nel determinare le nostre scelte e nel modificare i nostri comportamenti; tutti gli esseri umani possono imparare a riconoscere le proprie e le altrui emozioni, siamo tutti “programmati” per farlo; accrescendo le nostre competenze emotive possiamo vivere meglio e far vivere meglio gli altri.

Come si articola il video corso?
Abbiamo previsto l’inserimento di più moduli; la prima parte sarà introduttiva e relativa alle competenze emotive, la seconda parte introdurrà due delle sette emozioni universali, paura e rabbia, la terza parte prevede due moduli trattati da due nostri docenti, professionisti psicologi e psicoterapeuti di grande autorevolezza, che forniscono numerosi preziosi suggerimenti relativi alla gestione della paura e della rabbia, argomenti che, in taluni casi, necessitano ovviamente di una specifica assistenza dedicata in contesti appropriati da professionisti qualificati. Il fenomeno pandemico del Coronavirus e le implicazioni ad esso correlate, possono generare talvolta anche traumi veri e propri nelle persone, abbiamo quindi deciso di regalare un ulteriore contenuto extra riguardante alcune indicazioni sulla gestione del disturbo post traumatico da stress, che sarà pubblicato a breve, sempre a cura di uno dei nostri docenti psicologo e psichiatra. Ci siamo davvero impegnati a creare un percorso dinamico e caratterizzato da un “inside” con una declinazione “leggera”, informale, non eccessivamente accademica; per quanto possibile, considerando che la sua struttura non prevede interazioni con i partecipanti, abbiamo cercato di favorire una percezione più empatica possibile del video corso.

Come possiamo partecipare al video corso?
E’ davvero molto semplice. Basta collegarsi alla nostra piattaforma web elearning.delphiethica.com, cliccare a fine pagina “Le emozioni al tempo del Covid-19, conoscere e gestire paura e rabbia”, accettare le condizioni di utilizzo del sito, registrarsi gratuitamente inserendo la propria mail confermandola su due campi diversi, inserire il proprio nome e cognome, confermare la registrazione ed è fatta. Dopo la registrazione riceverete una e-mail dal nostro sistema con un link, cliccandolo si entra subito nella pagina iniziale, clicca il pulsante “continua” e successivamente “iscrivimi” si accede dunque a tutto il materiale didattico e ad un ludico test emozionale finale. Si può inoltre accedere anche dai nostri canali social cliccando il link di riferimento. Ovviamente il corso può essere visto più volte e a più riprese, con la massima flessibilità possibile, in relazione alle disponibilità di tempo ed ai bisogni delle persone ed è fruibile da tutti i dispositivi fissi e mobili.

Sarò sicuramente la vostra prima partecipante. Qual è il modello di riferimento dei vostri corsi di formazione in ambito emotivo comportamentale?

Si tratta del modello basato sul un metodo scientifico, unico al mondo, che trova fondamento in oltre 50 anni di ricerca scientifica, introdotto dal massimo esperto mondiale nell’ambito del comportamento emotivo e della valutazione della credibilità dell’interlocutore, il Prof. Paul Ekman. Prima ho parlato, non a caso, di “emozioni universali”; proprio Paul Ekman ha determinato con i suoi studi che esistono 7 emozioni universali che vengono manifestate nel volto umano dagli stessi muscoli facciali in tutte le culture del mondo.

Questo modello prevede quindi l’applicazione di un metodo scientifico. Ci spiega meglio?
Si tratta di un metodo che consente di analizzare i cinque canali della comunicazione, due dei quali ad esempio sono le espressioni facciali e il linguaggio del corpo, per determinare con un’attendibilità prossima al 90 %, le reali emozioni provate dalle persone, che spesso sono celate, dissimulate o inconsapevoli.

Quindi oltre all’analisi del comportamento emotivo delle persone, l’apprendimento di questo metodo permette anche altre applicazioni?

Sí, chi lo apprende può applicarlo nell’ambito della valutazione della credibilità dell’interlocutore in ogni contesto; mi spiego: a noi accade spesso, nei settori security, criminologico-investigativo e aziendale, che sussista la necessità di effettuare un “assessment” di credibilità di una persona perché si sospetta che menta, dissimuli o comunque nasconda la verità. In questi casi siamo chiamati ad intervenire in qualità di consulenti, seguendo un particolare protocollo, con l’obiettivo di individuare gli indizi di menzogna e valutare la verità e credibilità delle dichiarazioni. Faccio qualche esempio: nel settore della sicurezza aeroportuale, portuale, in ambito diplomatico o in occasione di grandi eventi può essere richiesto il nostro intervento per individuare soggetti che possono costituire una minaccia all’incolumità delle persone; oppure nel settore aziendale in fase di pre assunzione di figure che devono ricoprire ruoli strategici in azienda, veniamo chiamati ad analizzare il candidato per valutare la credibilità dei suoi colloqui in quanto può accadere che le persone si presentino fornendo informazioni non vere.

Dunque, siete specializzati a smascherare chi mente?
In realtà mi piace pensare che siamo specializzati nel valutare la credibilità e la verità. Quando si parla di verità e menzogna l’aspetto importante da un lato è rappresentato dal capire quando una persona mente, dall’altro è cruciale capire perché mente, cosa lo motiva a mentire. La stessa cosa vale per le emozioni, è importante riuscire a capire qual è la reale emozione che una persona sta provando, ma è ancora più importante comprenderne il motivo, soprattutto quando si tratta di emozioni che si manifestano nel volto del nostro interlocutore in modo inconsapevole.

Tutto questo mi fa ricordare una serie televisiva americana dedicata alle menzogne, tra l’altro una delle mie preferite, che ha riscosso un successo planetario, “Lie to Me”.
Corretto, è proprio “Lie to Me”; la serie fu ispirata dalle ricerche scientifiche condotte appunto da Paul Ekman che venne chiamato dalla produzione a dare il suo fondamentale contributo, fu un successo. Nella realtà non cinematografica comunque le cose si articolano in modo un pò diverso.

Come si diventa analisti emotivo comportamentali con questo metodo?
E’ necessario frequentare due intensi corsi full immersion con numerosi test di analisi video, sottoporsi a due esami valutativi al superamento dei quali si consegue la Certificazione Internazionale Paul Ekman. Potete trovare maggiori dettagli sulla pagina web www.delphiethica.com. Presto sarà on line il nuovo sito completo con le informazioni riguardanti tutti i corsi legati anche al settore investigativo, di security e di gestione del rischio, oltre alle consulenze in ambito emotivo comportamentale. Prevediamo un ventaglio di offerta iniziale di numerosi corsi frontali, su piattaforma e-learning e webinar sia teorici sia pratici con dei veri e propri Boot Camp Operativi sul campo ed esclusive attività di consulenza aziendale.

Come pensa reagiranno gli italiani a questa pandemia da Coronavirus?
Come ho detto all’inizio, ci troviamo di fronte ad una situazione particolarmente sfidante che richiede tutto il nostro impegno in cui siamo chiamati a cambiare prospettiva e in qualche circostanza a reinventarci. Piacerebbe a tutti dire che ci troviamo in un mondo quasi perfetto, ma non è così. Il tessuto del mondo attuale è complicato e fitto di insidie dove è sempre più difficile sviluppare le proprie iniziative anche imprenditoriali, un eccellente prodotto un grande talento o un’idea vincente dovrebbe essere sufficiente a farci spiccare il volo, e invece spesso non è così perché c’è bisogno di qualcosa che vada oltre, le nostre aspettative e ambizioni sono al massimo e spesso nostro malgrado ci troviamo a doverci confrontare con situazioni avverse. Per questo è cruciale oggi più che mai prendere decisioni con lucidità, è cruciale sapere come orientare le proprie scelte in momenti così complessi, è cruciale disporre degli strumenti più efficaci per affrontare in modo vincente qualsiasi sfida ci aspetti. L’Italia e gli italiani sono caratterizzati da esclusive ed inesauribili risorse, innate ed apprese, e la storia ha dimostrato più volte che l’Italia e gli italiani hanno saputo sempre essere resilienti, reagire, rialzarsi, affrontare la sfida, vincere. Sono certo che anche questa volta andrà così. Vi aspetto on line!

Ivana Romanello is an Italian, proudly from Milan, emerging market professional that has developed in Middle East market knowledge where she has successfully operated for the past 20years. Her successful projects in the Golf involve a variety of business area such as strategic planning, marketing survey for different products, marketing planning and new product launches, events management, product analysis and growth of companies, delivering marketing and management lectures. She has worked with a large number of Italian brands entering the Middle East, as CEO of Omnia Consultancy in UAE. She is been reporter for one Italian digital platform where she keeps in tight connection with the international jet set environment. In her previous assignments, she worked as administrative director and legal consultant for an international telecommunication company in Qatar and Dubai. Managing director of "ivana events management" mostly launching new products and brands and acting as tv and show presenter. Ivana achieved a doctorate Degree in Economy and international politics from Università Cattolica del Sacro Cuore in Milan. She did conduct performance analysis on the workforce of different organizations and prepared motivational program aimed at improving workforce productivity. For this reason, she got an honoris cause degree in social psychology from an University in Europe. She speaks fluently Italian, English, German, French and basic of Arabic. She is one of the 3 founders of the project roadtodubai2020.com. In the past 3 years she is following her passion as Yvonne spark: singing NU jazz and receiving already success and recognition that she wouldn't even expect and dream about.

Click to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Lifestyle

La Juventus academy negli EAU non si ferma mai!

È stato un anno particolare per la Juventus Academy. Dopo aver vinto prestigiosi riconoscimenti come miglior “Football Academy” del Medio Oriente e degli Emirati Arabi Uniti nel 2019, l’Academy inaugurerà la stagione 2020/2021 a Dubai, Abu Dhabi e Ras Al Khaimah dopo aver essere stata tra le poche scuole calcio negli EAU ad aver svolto le sessioni di recupero post lockdown a Dubai nei mesi di Giugno, Luglio e Agosto.

Published

on

Trezeguet Juventus Academy Dubaitaly 2020
Tempo di lettura stimato: 5 minuti

È stato un anno particolare per la Juventus Academy. Dopo aver vinto prestigiosi riconoscimenti come miglior “Football Academy” del Medio Oriente e degli Emirati Arabi Uniti nel 2019, l’Academy inaugurerà la stagione 2020/2021 a Dubai, Abu Dhabi e Ras Al Khaimah dopo aver essere stata tra le poche scuole calcio negli EAU ad aver svolto le sessioni di recupero post lockdown a Dubai nei mesi di Giugno, Luglio e Agosto.

Ogni anno più di 1000 ragazzi e ragazze dai 4 ai 17 anni vestono la maglia bianconera in campionati, partite, tornei e gli allenatori valutano periodicamente i loro progressi, per monitorare e sviluppare al meglio la crescita di ogni singolo giocatore. Inoltre, i piccoli calciatori hanno l’opportunità di incontrare le leggende della Juventus, come David TrezeguetEdgar Davids, oltre all’opportunità di volare in Italia e partecipare alla Juventus Training Experience e alla Juventus Academy World Cup, momento di incontro tra le Juventus Academy di tutto il mondo. Da qualche anno, diversi giocatori dell’Academy hanno avuto l’occasione di incontrare i loro idoli (Ronaldo, Pjanic, Matuidi e tanti altri) presso il Globe Soccer Award, evento organizzato da Bendoni Communication.  

Allenatori e dirigenti italiani qualificati, approvati dalla Juventus, tornei, campionati e location strepitose, rientrano nel progetto della Juventus Academy, con l’obiettivo di aiutare i giovani a muovere i primi passi nel mondo del calcio, formandoli seguendo il famoso “metodo Juventus”. La Juventus Academy ha coinvolto, solo lo scorso anno, oltre 1000 bambini negli Emirati Arabi, sotto la supervisione del responsabile dell’area della Juventus, Marco Degortes, che visita periodicamente l’Accademia durante la stagione e coordina le attività insieme ai Direttori Tecnici delle Academy di Dubai e Abu Dhabi, Marco Casula e Antonio Leo. 

Per i video dell’Academy cliccare qui. Per gli Album fotografici delle Academy cliccare qui.

FFG Sports Management è il partner ufficiale della Juventus negli Emirati Arabi Uniti. “Siamo orgogliosi e felici di iniziare la nostra quinta stagione con la squadra dei nostri cuori dopo aver ricevuto il premio come miglior Academy in Medio Oriente – sottolinea lo Chairman di FFG, Mohammed Lajam -. Nonostante l’anno particolare, siamo stati in costante contatto con i nostri clienti, abbiamo aderito immediatamente ai protocolli di Dubai Sports Council e centinaia di ragazzi hanno avuto l’opportunità di continuare ad allenarsi con noi”.

“Abbiamo ulteriormente rinforzato un grande team di professionisti – precisa invece il CEO, Fabrizio Puglisi, – composto principalmente da italiani, circa 20. Siamo molto orgogliosi del lavoro svolto dal nostro gruppo di lavoro durante la scorsa stagione, nonostante le restrizioni dovute alla situazione particolare, abbiamo svolto una serie di attività come lezioni online, valutazioni personalizzate per ogni singolo giocatore, sessioni di recupero e tanto altro, stando sempre in contatto con i nostri clienti che riceveranno anche condizioni agevolate per l’iscrizione alla nuova stagione sportiva. Con il supporto della Juventus e le nostre attività (eventi, tornei in Italia e nei Paesi del Gcc, tornei negli Emirati, la presenza al Globe Soccer Award, le Juventus Legends e molto altro ancora) il nostro progetto continuerà a crescere”.

La Juventus Academy di Abu Dhabi è invece gestita da J Sports LLC, una joint venture tra Al Masaood Group e FFG Sports Management. “Siamo onorati di rappresentare una delle più grandi squadre di calcio del mondo – ha dichiarato Ahmed Rahma Al Masaood, Vice Chairman di Al Masaood e Chairman di J Sports -. La Juventus è stata fondata nel 1897 ed è l’unica squadra sportiva al mondo ad essere di proprietà della stessa famiglia (la famiglia Agnelli) da così tanti anni”.

Quando si comincia?

La stagione inizierà a metà settembre. A Dubai presso la JSS Private School (vicino al Safa Park), Sportsmania (Jumeirah Lakes Towers) e Gulf Heroes Sports Club (Mirdif) e a Ras Al Khaimah (presso Marjan Island). Le sedi di Abu Dhabi saranno Abu Dhabi Cricket e Koora Sports (Reem Island) ma per l’apertura nella capitale bisognerà attendere il via libera del Governo.

Marco Casula, direttore tecnico della Juventus Academy negli Emirati Arabi Uniti, invita tutti a partecipare: “Abbiamo già ricominciato con le sessioni di recupero e nei prossimi giorni – spiega – inizieranno i Free Days di prova e questa sarà un’incredibile opportunità per conoscere la squadra e gli allenatori. I nostri Area Head Coach, che provengono dal progetto Juventus International monitoreranno costantemente il progetto tecnico in tutte le diversi sedi”.

“Non vediamo l’ora di iniziare questa nuova stagione con il via libera delle autorità locali – conclude Antonio Leo, direttore tecnico della Juventus Academy di Abu Dhabi e Head Coach di una location a Dubai -. Siamo ansiosi di incontrare i nostri nuovi giocatori e di cominciare gli allenamenti con il metodo che abbiamo acquisito lavorando in tutto il mondo con lo Juventus Football Club International Project. Ragazzi e ragazze dai 4 ai 17 anni, di tutti i livelli, avranno l’opportunità di giocare con i loro coetanei e partecipare a tornei, squadre d’élite, campionati interni, partite amichevoli e molto altro”.

Per scoprire la location più vicina a te e avere tutte le informazioni sui corsi e sui free days (le Academy sono anche su Facebook e Instagram), puoi visitare I vari siti:
Dubai
Abu Dhabi
Ras Al Khaima

Per coloro che desiderano registrarsi, la Juventus Academy offre ai lettori di Dubaitaly una promozione speciale per la stagione 2020/2021: la tariffa “Early Bird” (sconto fino al 20%) verrà applicata non solo a coloro che si registrano durante i Free Days di prova, ma anche a chi si registra in ogni altro momento dell’anno, in ognuna delle sedi di Dubai, Abu Dhabi e Ras Al Khaimah. 

Continue Reading

Lifestyle

Pillole di Emirati: Eid mobarak

Oggi i musulmani di tutto il mondo festeggiano Eid al-Adha, la festa del sacrificio, in ricordo del sacrificio di Abramo.

Published

on

Pillole di Emirati: Eid mobarak
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il termine “Islam” significa sottomissione a Dio. La più grande prova di sottomissione è stata quella di Abramo, pronto a sacrificare il figlio per volere di Dio. Dio salvò poi Abramo, sostituendolo con un agnello pochi istanti prima del sacrificio.

Oggi i musulmani di tutto il mondo festeggiano Eid al-Adha, la festa del sacrificio, proprio in ricordo del sacrificio di Abramo.

Per i musulmani è la festa più importante, l’essenza della fede, l’essenza dell’Islam: il musulmano è il sottomesso al volere di Allah.

Curiosità: nella Bibbia Abramo sacrifica il figlio Isacco, nel Corano invece è il figlio Ismaele ad essere sacrificato. Gli arabi venivano anche chiamati ismaeliti e il profeta Maometto discendeva dalla dinastia di Ismaele.

“Eid Mobarak” è una delle frasi che si possono utilizzare per inviare auguri ad amici, parenti o colleghi di fede islamica.

Eid mobarak!

Continue Reading

Lifestyle

Si festeggia l’Eid Al Adha

Published

on

Si festeggia l'Eid Al Adha
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Dubai si prepara a festeggiare una delle ricorrenze religiose più importanti dell’Islam: l’Eid Al-Adha o Grande Eid. Il decimo giorno di Dhu al-Hijjah, il dodicesimo mese del calendario islamico, che quest’anno dovrebbe cadere, luna permettendo, il 31 di luglio, si ricorda infatti la devozione e l’ubbidienza di Abramo a Dio, nel momento in cui fece il gesto di sacrificare il figlio (per la religione musulmana Ismaele e non Isacco).

L’Eid è quindi la celebrazione che, più di tutte, simboleggia la fede. Eid Al Adha conclude anche il periodo dei pellegrinaggi alla Mecca (Hajj), che questo anno non si è potuto svolgere a causa del Covid-19. E’ preceduto da quello che si chiama Arafat Day, secondo giorno di pellegrinaggio nel quale i fedeli viaggiano attraverso la valle di Arafat, si fermano all’aperto per pregare Allah e meditare sul monte in cui Maometto pronunciò il suo ultimo sermone e ricevette la rivelazione per scrivere il passaggio conclusivo del Corano.

I giorni di vacanza dovrebbero dunque essere quattro, da giovedì 30 luglio a domenica 2 agosto.

Nei giorni dell’Eid, vengono abitualmente organizzati banchetti, si fanno regali ai bambini, si indossano gli abiti migliori, si ricevono gli amici, si prega insieme e si offrono cibo e denaro ai più bisognosi. Oltre a macellare un animale che ricorda come Dio, quando Abramo aveva già il braccio sollevato per sacrificare il figlio, sostituì Ismaele con un montone. “Non è la carne né il sangue che raggiunge Allah, è la tua pietà che lo raggiunge”, recita il Corano: il sangue e il sacrificio, nella religione islamica, non hanno il significato di lavare dai peccati, ma di devozione, ubbidienza e dimostrazione di fede.

A Dubai si vivono momenti nei quali ci si sente proiettai nel futuro e altri in cui sembra di essere tornati indietro nel tempo. E’ una caratteristica tipica di questa città, che si accentua senza dubbio durante le ricorrenze religiose. Non c’è da stupirsi, quindi, se l’usanza di sacrificare gli animali durante l’Eid sia ancora radicata in tutti gli Emirati. Secondo la tradizione, l’animale macellato si divide in tre parti, una per la famiglia stretta, una per i parenti e l’ultima si dona ai più poveri.

In giro per la città, in genere vengono organizzati tantissimi eventi: musica, intrattenimento per i bambini, spettacoli, quest’anno ovviamente limitati. Tutti gli eventi per l’Eid Al Adha sono disponibili sul sito del Dubai’s Department of Tourism and Commerce Marketing, Visit Dubai.

Continue Reading

WAM.AE News

Trending

Copyright © 2014-2020 Dubaitaly