Investire nell’Immobiliare a Dubai: rischio o opportunità?

da Giu 7, 2021Business

TRENDING

Solarelli, la frutta italiana che piace in Medio Oriente

Chi è Apofruit Italia? Apofruit Italia è un gruppo ortofrutticolo cooperativo con un’esperienza di oltre 60 anni che opera con proprie strutture e soci produttori dal nord al sud dell’Italia e una presenza ormai consolidata sui mercati internazionali. 170 mila...

Travel blogger italiane a Dubai per il primo viaggio post-pandemia

Pronte a rilanciare il turismo dopo il lunghissimo stop imposto dalla pandemia, le travel blogger d'Italia fanno girare il mappamondo e puntano il dito sugli Emirati per il primo viaggio post-Covid19. Travel Blogger Italiane, l'unica community al femminile in Italia,...

La Casa del Libro di Sharjah, il luogo dei libri e delle menti aperte

Dalle linee rette e minimaliste, dagli spazi luminosi e la struttura armonica, la Casa del Libro di Sharjah si staglia nei pressi della città universitaria e trae ispirazione  dalla Grande Biblioteca di Baghdad, seppur rappresentandone un’interpretazione più moderna. ...

National Food Security Strategy: l’ambizioso obiettivo degli Emirati entro il 2051

“Vorrei rassicurare ogni cittadino e residente degli Emirati Arabi Uniti: il nostro Paese è capace di fornire a tutti il cibo e le medicine necessarie. Siamo più che preparati ad affrontare qualsiasi sfida si presenti.” Ha affermato Sua Altezza lo sceicco Mohammed Bin...

Sharjah celebra la connessione tra acqua, arte ed Islam

Fonte primaria di vita. Spesso purificatrice, ma anche capace di incontrollabile forza distruttiva. Nella tradizione musulmana l'acqua accompagna la vita dei credenti e, attraverso riti e pratiche quotidiane, ne scandisce i momenti più significativi, dalla nascita...

Investire nell’Immobiliare a Dubai: rischio o opportunità?

Il Mercato immobiliare di Dubai, negli ultimi anni, ha toccato vette altissime e baratri profondi. Ci sono connazionali che hanno fatto, letteralmente, fortuna, ma altri che ci hanno rimesso sensibilmente. Così, a pochi mesi dall’apertura del tanto atteso Expo, in un...

Intervento Ambasciatore Lener in occasione del 75mo anniversario della Festa della Repubblica

Your Excellency Sheikh Nayhan Al Mubarak Al Nayhan, Excellencies, dear colleagues and friends, It is with great pleasure and an even greater emotion that I take the floor to thank you for accepting the invitation to participate in the celebration of the 75th National...

Ibn Battuta, il viaggiatore dell’Islam

Descriverò solo l'esterno, perché dentro non l'ho vista. La chiamano Ayā Sūfiyā e dicono sia stata costruita dal figlio della zia di Salomone. Fornita di tredici porte e circondata da mura come una città, è una delle più grandi chiese bizantine, con un enorme portone...

75 anni da quel 2 giugno 1946

Criticata, bistrattata, a colte denigrata, ma pur sempre “Casa”, con un posto speciale nel cuore di ognuno di noi, che l’abbiamo dovuta o voluta lasciare. L’Italia è il Paese nel quale affondano le nostre radici ovunque ci troviamo nel mondo, quello al quale dobbiamo...

Teach for Italy: cambiare il futuro dell’Italia cambiando quello degli studenti 

Cento insegnanti trasformativi in cento scuole. È questo l’obiettivo della ONG italiana Teach For Italy che, da due anni e mezzo, trasforma i giovani più brillanti e talentuosi in insegnanti altamente specializzati destinati a cambiare le sorti degli studenti più...
Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Il Mercato immobiliare di Dubai, negli ultimi anni, ha toccato vette altissime e baratri profondi. Ci sono connazionali che hanno fatto, letteralmente, fortuna, ma altri che ci hanno rimesso sensibilmente. Così, a pochi mesi dall’apertura del tanto atteso Expo, in un momento storico che, ci auguriamo tutti, sia molto più vicino alla fine, che non all’inizio, della pandemia, con l’economia finalmente in ripresa, le domande sull’opportunità o meno di avventurarsi in un investimento immobiliare in questa città e, in caso affermativo, verso cosa orientarsi, si susseguono sempre più frequenti.

Per fare il punto della situazione e capire come realmente stiano le cose, abbiamo chiesto il parere a un esperto, Alessandro Ventura, agente ufficiale Emaar.

Qual è la situazione corrente del mercato immobiliare a Dubai? 


“Ormai è sotto gli occhi di tutti: a partire da dicembre 2020, il real estate a Dubai è esploso.

I primi 4 mesi del 2021 riportano un balzo del 51% nelle transazioni e del 72% nei volumi.

La decisione di tenere sempre il Paese aperto ha contribuito ad attirare sia nuovi residenti che nuovi investitori, e proprio questi ultimi, nei primi 4 mesi dell’anno, hanno investito nel mattone per il 65% del totale. I prezzi hanno toccato il fondo sei mesi fa, dopo di che hanno iniziato a risalire, cosi come gli affitti. La gestione rapida del processo di vaccinazione, le nuove aperture in termini di visti e il tanto atteso Expo2020, ormai alle porte, contribuiranno ad aumentare questo trend positivo e prevedo, per Il Dubai Real Estate Market, due anni di boom assicurato. Che sarebbe un peccato non sfruttare”.

Quali sono i tuoi consigli per chi sta pensando di investire in un immobile?

 “Innanzitutto di fare presto, sia per sfruttare il cambio favorevole sia perché, questi famosi payment plan – (piani di pagamento dilazionati, NDR) – offerti dai costruttori, non credo dureranno in eterno. Ho già visto alcuni progetti in forte domanda eliminare le possibilità di handover payment plan oppure aumentare i downpayment (gli acconti). In secondo luogo ricordo che la città è cresciuta molto, sono stati sviluppati nuovi quartieri e nuove aree molto interessanti: gli italiani, storicamente, amano molto Dubai Marina, ma fossilizzarsi solo su questa zona potrebbe rivelarsi controproducente”.

Parli di nuovi quartieri: a quali ti riferisci, nello specifico? Cosa consigli di prendere in considerazione?

“Naturalmente dipende sempre dal budget a disposizione. Personalmente io sono un amante di Downtown, il vero centro della città, la zona attorno al Burj Khalifa, alle fontane danzanti ed al Dubai Mall.

Questa community è oramai in fase di ultimazione, nel senso che sono rimasti liberi solo un paio di plot da costruire, dopo di che i prezzi si alzeranno sensibilmente. Naturalmente anche qui ci sono alcuni progetti in fase di costruzione più o meno avanzata, con prezzi di entrata a partire da 400 mila euro a salire.

Mi piace molto naturalmente il famoso Emaar Beach Front, già aumentato di prezzo del 20% e dove, purtroppo, rimane poca disponibilità.  Questa nuova area andrà in forte competizione con Dubai Marina nei prossimi anni.

La vicinanza a Downtown, la posizione strategica, la presenza del canale ed il fatto di essere un professional working hub, rendono interessante anche Business Bay, dove però il progetto va scelto con grande attenzione: alcuni sono assolutamente meritevoli, altri decisamente meno.

Se, però, dovessi scommettere su una community in particolare, direi Dubai Creek Harbour, interamente sviluppata da Emaar.

I valori sono attualmente sottostimanti, ma, ne sono certo, ancora per poco.  Questa community nasce intorno alla nuova Creek Tower, progettata da Calatrava, della quale, per ora, esistono solo le fondamenta, ma già sappiamo che diventerà una specie di torre osservatorio, probabilmente con un paio di ristoranti, ma nessuna residenza. Una mega “antenna”, insomma, più alta del Burj Khalifa, quindi la nuova costruzione più alta al mondo, caratterizzata da straordinari giochi di luce. Ma adesso vi racconto un aneddoto divertente! Anche in Arabia Saudita stavano costruendo “la torre più alta al mondo”, la Kingdom tower, ma sembra che abbiano fermato i lavori in attesa di conoscere l esatta altezza del progetto della Creek tower per poi superarla! Vedremo quale dei due Paesi la spunterà, ma certamente, quando la Creek tower sarà, non dico già terminata, ma anche solo iniziata, i valori immobiliari della zona, sia dei grattacieli già terminati ed abitati, sia di quelli in costruzione, saliranno almeno del 30%.

Per maggiori informazioni:

http://www.dubaiassetstrategy.com

Articoli correlati

Share This