Qasr Al Watan, il luogo in cui si parla di futuro preservando la storia

da Lug 1, 2021City Guide, Culture, Highlights

TRENDING

Il lusso italiano conquista il mercato immobiliare di Dubai

Il mercato immobiliare di Dubai sta attraversando un periodo di forte crescita, ben al di sopra le aspettative degli analisti. Nel 2021, l’Emirato ha registrato vendite totali pari a circa 23 miliardi di euro. Ma è nel lusso che Dubai spadroneggia. Nel primo...

A Dubai quinoa, salicornia e altri superfood si coltivano nel deserto

L’aumento delle temperature e gli eventi meteorologici estremi provocati dai cambiamenti climatici in corso stanno mettendo sempre più in difficoltà l’agricoltura e interrompono sempre più spesso la catena di fornitura del cibo. Eppure la popolazione mondiale è...

Non esiste solo Expo: l’Italia guarda al futuro energetico a WETEX Dubai

Con l’apertura di Expo Dubai, l’attenzione mediatica si è riversata completamente sul mega evento che intratterrà residenti e turisti per i prossimi 6 mesi. Ma se c’è una cosa che non rientra nella mentalità vincente degli Emirati Arabi è quella di attendere la fine...

Imprigionate nel loro corpo, destinate a una disabilità totale. Ma le cose potrebbero cambiare… Ottobre è il mese della consapevolezza sulla Sindrome di Rett

I bambini con disabilità o bisogni speciali sono, prima di tutto, comunque bambini! Ai vostri figli non dite “non guardare”, ma “fagli un sorriso” o “vuoi salutarlo?” Un sorriso o un saluto possono significare enormemente più di quanto non crediate! (Benedetta Pasero)...

Carrefour City+: a Dubai il primo negozio senza casse del Medio Oriente

Dopo gli Stati Uniti, l’Europa e l’Asia, anche Dubai ha ora il suo primo supermercato senza casse. Inaugurato il 6 settembre 2021, il nuovo Carrefour City+ compatto e high-tech ha aperto all’interno di uno dei principali centri commerciali di Dubai, il Mall of the...

Davide Rampello e la bellezza che unisce: dalla Grecia antica ad Expo2020

Connecting minds, il tema lanciato da Expo 2020, sfida riflessioni ed interpretazioni: cosa, a dispetto delle differenze etniche, culturali, sociali e di genere lega ed avvicina? Cosa è che ci annoda gli uni agli altri seppur separati da distanze e confini?  Popoli e...

Tra connettività e trasporti, l’Italia costruisce un ponte solido con Expo 2020

Ci siamo. Finalmente siamo giunti alla tanto attesa apertura di Expo 2020 Dubai. Nelle settimane precedenti vi abbiamo raccontato di come l’Italia si stesse preparando a questo appuntamento di importanza mondiale attraverso le storie di alcune delle imprese italiane...

Expo Dubai: inaugurato il Padiglione Italia. Regione Lazio tra i protagonisti

Grande successo per l’inaugurazione del Padiglione Italia all’Expo di Dubai: “il padiglione più visitato durante la prima giornata di questa Esposizione Universale” ha specificato il Commissario Straordinario Paolo Glisenti. Una superficie di 3500 metri quadri per 27...

I Padiglioni di Expo2020 in pillole alla preapertura della Fiera mondiale

Da diverso tempo a questa parte ne abbiamo sentito parlare quotidianamente, ne abbiamo seguito i passi e sbirciato le foto.  Ora, in attesa dell’apertura ufficiale Expo 2020 ha avviato la fase di rodaggio effettuando, con preaperture al pubblico, i test di routine per...

NYU Abu Dhabi: “l’università del futuro” festeggia un decennio di eccellenza

Se si tratta di eccellenze nel mondo Arabo non si può non parlare di NYU Abu Dhabi (NYUAD). Nel giro di 10 anni, questa università fondata con il benestare di sua altezza reale Khalifa Al Nahyan, è riuscita a diventare una delle più prestigiose e selettive al mondo....
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Riflette al sole come una perla, la stessa da cui tutto ebbe inizio più di 7000 anni fa e che poi fece la fortuna della costa del Golfo, di Dubai e di Abu Dhabi. 

Si colora d’oro al tramonto quasi come se non fosse fatto di granito ma di sola luce. Il bianco ed il blu delle facciate, impreziosite da motivi floreali, costituiscono un richiamo alla ricchezza di un paesaggio erroneamente associato ad una mera piana desertica, riflettendo, così, le tonalità dominanti delle dune, del cielo e del mare.

Il Qasr Al Watan, tradotto come il palazzo della nazione, si erge nella città di Abu Dhabi. La sua realizzazione, è vero, non è espressione dello splendore di un antico impero, nè eredità di grandiosi cenotafi dedicati a memorabili sultani, eppure il magnifico complesso del 2017 ricostruisce e riassume il patrimonio dell’arte araba rappresentandone un vero e proprio tributo. 

Dai giardini meticolosamente curati alle fontane sontuose, il Palazzo Presidenziale si affaccia sullo splendido cortile che lo circonda e lascia senza fiato. 

Ispirata al design dell’era Mughal, il regno islamico che per circa due secoli si estese dall’india all’Afghanistan, dal Kashmir al Bangladesh, l’architettura del palazzo incorpora motivi locali classici come archi e cupole rivestiti di piastrelle decorate. 

Le porte del palazzo sono realizzate in acero massiccio, scelto per il suo colore chiaro e la sua resistenza in considerazione del clima della regione ed impreziosite di motivi intagliati a mano e dettagli in oro francese.

380.000 metri quadrati di struttura realizzata in sette anni ospitano oggi gli uffici della presidenza dell’Emirato di Abu Dhabi e di conseguenza visite ufficiali di stato, vertici istituzionali, incontri del Consiglio Supremo Federale, della Lega Araba e del Consiglio di Cooperazione del Golfo. Il Qasr Al Watan è il luogo in cui la leadership Emiratina si riunisce per esprimere ambizioni, tracciare obiettivi regionali e scandire i ritmi vertiginosi di crescita del Paese. 

Il tutto avviene, per l’esattezza, nella Great Hall, il fiore all’occhiello della struttura, una stanza che pare respirare attraverso la maestosa cupola sovrastante, una delle più grandi al mondo mai realizzate, persino più grande di quella della Moschea dello Sceicco Zayed. 

Il palazzo ospita, poi, altre otto sale tra qui la Spirit of Collaboration Hall sul cui tavolo circolare incombe un lampadario da 12 tonnellate composto da 350.000 cristalli e progettato per assorbire i suoni nella stanza.

Il majlis ‘Al Barza‘, invece, la sala più grande dopo la Great Hall, è adornata da pilastri di sodalite, il raro e prezioso granito brasiliano e precede la Casa della Conoscenza, luogo in cui si accede ad un’incredibile collezione letteraria senza tempo. Concepita da Sua Altezza lo sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, la biblioteca ha lo scopo di preservare e condividere secoli di conoscenza e cultura araba con il mondo attraverso gli oltre 50.000 libri, manufatti e manoscritti risalenti a diverse epoche e provenienti da più parti del mondo. Tra questi, anche una copia del Corano rinvenuta a Birmingham, e redatto nell’antica scrittura araba Hijazi, nonché una copia dell’Atlante sull’astronomia del XIII secolo.

Infine, un’iscrizione sulle pareti fa echeggiare lungo i corridoi del palazzo il monito di Sheikh Zayed, padre fondatore degli Emirati Arabi Uniti:

“La vera ricchezza è la ricchezza degli uomini, non il denaro, non il petrolio. Il denaro non serve a nulla se non viene utilizzato per servire la gente”.

 

 

Articoli correlati

Share This