Svelate tutte le stelle del Burj al Arab

da Dic 3, 2020City Guide

TRENDING

Al Ain: Alla scoperta della natura e dell’entroterra emiratino

Al Ain è una delle principali città degli Emirati Arabi situata al confine con l’Oman e ad un ora e mezza di macchina circa dalla capitale Abu Dhabi. Essendo nel cuore del deserto e ovviamente non avendo sbocco sul mare, la città presenta paesaggi naturalistici molto...

Comprare casa a Dubai: come investire con EMAAR?

“Sono venuto a Dubai e ne sono rimasto affascinato. È possibile comprare casa qui?” “Ho visto alcune nuove costruzioni di EMAAR, mi piacerebbe saperne di più, ma non so da dove cominciare”. “Il mercato è altalenante. Ha senso fare un investimento immobiliare a Dubai o...

Ras al Khaimah, snodo internazionale e paradiso naturalistico

Situata lungo l'estremità settentrionale della costa degli Emirati Arabi, Ras Al Khaimah (RAK) si trova tra il Golfo Persico e le montagne Hajar. La città copre circa 27 miglia di costa, sulla quale lagune d’acqua cristallina, spiagge di sabbia dorata e altipiani...

Sua Maestà la Carbonara…di Mezzo!

Nasce a Roma, ma ha viaggiato in lungo e in largo. Senza dubbio nell’Olimpo delle pietanze tipiche italiane: Sua Maestà la Carbonara. Per questo, ogni italiano che si rispetti avverte una fitta al cuore quando sente parlare di orribili rivisitazioni: dai preparati...

Il mondo in miniatura al Global Village di Dubai

Il Global Village di Dubai è senza dubbio un luogo affascinante senza eguali in tutta la regione. Oltre ad essere un sito culturale, è anche un vero e proprio hub di intrattenimento e spettacoli di ogni genere. Il concept è alquanto suggestivo ed originale: ricreare...

La cultura autentica di Dubai. Cosa è l’Islam e chi sono i musulmani

Dalle moschee in perfetto stile arabo alle giganti strade all’americana e ai profumi d’India, ecco Dubai, città europea ed intimamente così orientale dove numerose culture si confondono come tessere di un grande mosaico. Qui tradizioni e abitudini fortemente distanti...

Mamma, mollo tutto e vado a fare il gelato a Dubai

Se il tuo obiettivo è quello di piacere a tutti non provare a essere un leader, inizia a vendere gelati. (Steve Jobs). Se c’è una cosa italiana, indiscutibilmente italiana che ha conquistato il mondo (come la pizza, tanto per fare un altro esempio) è il gelato. Che,...

Fabrizio Puglisi, turismo e calcio “made in Italy” negli Emirati Arabi

Fabrizio, siciliano, classe ’86, è riuscito a combinare qui le sue due gradi passioni, quella per il calcio e  quella per il suo Paese, e a trasmetterle alle centinaia di bambini della “Juventus Academy”, che vengono da 50 nazioni diverse, tra di loro parlano in...

Elisa Corvi e due mondi che si incontrano a Dubai

Come sei arrivata a Dubai e quando? 8 anni fa dall’Italia. A quel tempo vivevo a Milano con mio marito e le mie due prime figlie Bianca e Ginevra e aspettavo il mio terzo, Leo. Perché hai deciso di venire a Dubai? Motivi di famiglia: all’inizio perchè mio marito è...

Un affascinante viaggio attraverso le isole di Abu Dhabi

La bellissima capitale degli Emirati Arabi è un affascinante arcipelago composto da oltre 200 isole, moltissime delle quali accessibili ai visitatori. Lo stesso cuore pulsante della città si erge su un’isola distante circa 250 metri dalla terraferma. Da viste...
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

“L’unico hotel a sette stelle al mondo”,

così una giornalista britannica ha descritto il Burj Al Arab durante una visita prima dell’apertura ufficiale nel dicembre del 1999. Tale descrizione, frutto dello straordinario fascino generato da questa magnifica struttura, è erronea, in quanto la categoria sette stelle non esiste! Cinque stelle è infatti ufficialmente il ranking più alto per un albergo, ma a quanto pare, per il Burj Al Arab si può fare un’eccezione.

Designato dall’architetto inglese Tom Wright e costruito in appena 5 anni, il Burj Al Arab, letteralmente “la Torre Araba”, è il quinto hotel più alto del mondo e, senza ombra di dubbio, uno dei più lussuosi del pianeta. L’edificio, appartenente alla catena Jumeirah Hotels Group, vanta un’incredibile altezza di 321 metri: tanto per interderci, è 14 metri più alto della Torre Eiffel a Parigi e solamente 60 metri più basso dell’Empire State Building di New York! Questo spettacolare capolavoro di architettura ed ingegneria si erge su un’isola artificiale appositamente costruita che dista 280 metri dalla costa ed è connessa alla terraferma tramite un ponte privato. La sua forma invece richiama quella della vela di una nave, proprio a questo nome il Burj Al Arab è comunemente associato soprattutto dal pubblico italiano.

In prossimità del 59esimo piano, sporge dalla struttura principale una piattaforma circolare per l’atterraggio degli elicotteri che, in questi vent’anni, è stata luogo di sorprendenti avvenimenti ed eventi di ogni genere. Il più iconico è stato nel 2005, quando la piattaforma è stata trasformata in un campo da tennis in erba sintetica per ospitare il campione Roger Federer in una partita contro Andre Agassi per la promozione del Dubai Duty Free Men’s Open, un torneo di tennis nell’emirato.

Burj al arab suits-dubaitaly

Malgrado la sua imponente altezza e dimensione, proprio per la sua forma e architettura che riducono del 39% lo spazio abitabile, il Burj Al Arab contiene soltanto 202 suite a due piani. I prezzi di queste camere sono ovviamente esorbitanti, la media è di oltre 2000 dollari a notte ma, nonostante ciò, l’albergo è sempre pieno ed altamente richiesto in quanto molti lo considerano come una once-in-a-lifetime experience. E per completare l’esperienza, gli ospiti, al momento del loro arrivo in aeroporto, possono optare per un transfer privato a bordo di una Rolls-Royce, oppure, in alternativa, a bordo di un elicottero!

Anche l’esperienza culinaria non va messa in secondo piano. All’interno del Burj Al Arab ci sono nove bar e ristoranti, tutti offrono una vista mozzafiato sullo skyline di Dubai e sul Golfo Persico. Uno dei più celebri ma allo stesso tempo sostanzialmente inaccessibile data la sua perenne condizione di fully booked, è il leggendario Al Mahara (letteralmente “Ostrica”). Un arco dorato all’ingresso e un gigantesco acquario blu creano l’atmosfera perfetta per trascorrere una serata magica all’insegna di prelibatezze a base di pesce. Da menzionare anche i ristoranti Al Muntaha (letteralmente “Il più alto”) e Skyview che ospitano chef del calibro di Francky Semblat e Kim Joinié-Maurin, i quali, durante la loro carriera, hanno collezionato sei stelle Michelin prima di unirsi al Jumeirah Group nel 2019. Infine, il soffitto di Swarovski più grande del mondo costituito da circa 21 mila cristalli rappresentanti la Via Lattea si trova all’interno del ristorante giapponese Junsui.

Articoli correlati

Il Louvre di Abu Dhabi, il museo che incanta

Il Louvre di Abu Dhabi, il museo che incanta

“Un mondo accogliente che unisce serenamente luce ed ombra, riflessione e calma. Ha l’obiettivo di appartenere ad un paese, alla sua storia e geografia, sottolinearne il fascino con scoperte insolite senza essere una banale interpretazione”. Con queste parole...

Il Louvre di Abu Dhabi, il museo che incanta

Il Louvre di Abu Dhabi, il museo che incanta

“Un mondo accogliente che unisce serenamente luce ed ombra, riflessione e calma. Ha l’obiettivo di appartenere ad un paese, alla sua storia e geografia, sottolinearne il fascino con scoperte insolite senza essere una banale interpretazione”. Con queste parole...

Share This