Visto di residenza a Dubai: tutto quello che devi sapere

da Apr 29, 2022Business, City Guide, Highlights

TRENDING

Aggiornamento normativa che regola il pagamento salariale: come funziona il WPS

Il Ministero delle risorse umane e dell'Emiratizzazione (MOHRE) ha recentemente emesso la risoluzione ministeriale n. 43 del 2022, un aggiornamento del WPS. Secondo tale risoluzione, almeno il 90 per cento dello stipendio minimo di un dipendente deve essere pagato...

Sulle orme del Profeta: la mostra unica nel suo genere inaugurata a Dhahran

In occasione dei festeggiamenti del capodanno islamico, sabato, 30 luglio,  ha inaugurato a Dhahran, Arabia Saudita, la mostra Sulle orme del Profeta. La prima ed unica nel suo genere, si propone di ripercorrere con minuzia ed accuratezza storica le tappe della...

Convertire la patente di guida a Dubai: tutti gli aggiornamenti

Fino a poco tempo fa, per ottenere la conversione della propria patente di guida a Dubai era necessario recarsi in uno dei centri della Roads and Transport Authority. Solo di recente RTA ha avviato la piattaforma tramite la quale poter avviare il procedimento...

Diluvia sul deserto: Quale è la causa del maltempo negli Emirati?

Negli ultimi giorni la costa orientale degli Emirati Arabi Uniti è stata recentemente colpita da piogge torrenziali e venti forti. Inondazioni improvvise in alcune parti del Khor Fakkan di Sharjah e allagamenti sembrano non dare tregua all’area interessata dal...

EAU: validità del visto in caso di soggiorno all’estero prolungato

Alcune categorie di residenti negli Emirati Arabi possono rientrare nel paese anche se hanno vissuto all'estero per più di sei mesi conservando lo status di residente. Le linee guida in merito sono state recentemente aggiornate. Tali aggiornamenti riguardano esenzioni...

Gli EAU si preparano a celebrare il Capodanno Islamico

Nel mondo arabo-islamico ci si prepara a festeggiare il capodanno islamico, noto anche come capodanno arabo o capodanno hijri, primo giorno di Muharram, il primo mese del calendario islamico. Il primo anno di questo calendario iniziò nel 622 dC gregoriano quando il...

Opzione voto in Italia: tutto quello che devi sapere

A seguito del recente scioglimento delle Camere da parte del Presidente della Repubblica, è stata fissata al 25 settembre 2022 la votazione per l'elezione della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Riportiamo il comunicato del Consolato Generale d'Italia...

Tutto quello che devi sapere sull’attestazione di un documento negli EAU

L'attestazione di un documento, sia esso di nascita, di matrimonio o di istruzione, potrebbe essere necessaria quando ci si trasferisce in un nuovo Paese. Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MoFAIC) ha attuato una modifica nel...

Qasr Al Watan, il luogo in cui si parla di futuro preservando la storia

Riflette al sole come una perla, la stessa da cui tutto ebbe inizio più di 7000 anni fa e che poi fece la fortuna della costa del Golfo, di Dubai e di Abu Dhabi.  Si colora d’oro al tramonto quasi come se non fosse fatto di granito ma di sola luce. Il bianco ed il blu...

Cervelli italiani in fuga: i giovani Expat di Dubai

Sono alla ricerca di opportunità, desiderano crescere professionalmente, aspirano a retribuzioni che soddisfino più dei meri bisogni primari, puntano al riconoscimento delle proprie competenze, fanno le valigie e partono. Sono i giovani laureati italiani, protagonisti...
Tempo di lettura stimato: 5 minuti

Come è risaputo, gli Emirati Arabi Uniti utilizzano un sistema di visti per consentire ai cittadini stranieri di vivere e lavorare nel Paese. Un sistema, questo, in continuo aggiornamento.

Proprio nel mese di Aprile, il Gabinetto degli Emirati Arabi Uniti ha introdotto una serie di modifiche ed ha aggiunto ulteriori categorie di visti, tra cui i Golden Visa, visti a lungo termine e i Green Visa, rivolti a lavoratori autonomi e imprenditori.

Ricordiamo che questi ultimi aggiornamenti non sostituiscono il visto standard di due o tre anni fornito dal datore di lavoro, obbligato a sostenerne i costi così come quelli relativi alla assicurazione sanitaria di base del valore di Dh150.000.

Facciamo, dunque, chiarezza.

Visti di soggiorno per persone che lavorano nel settore privato:

Il processo di assunzione nel settore privato prevede la ricezione di un’offerta formale di lavoro, la firma del contratto di lavoro e l’ottenimento di  permesso di lavoro e visto rilasciato dal Ministero delle Risorse Umane e dell’Emiratizzazione che consente l’ingresso nel Paese ed è valido per due mesi dalla data di rilascio.

Entro 60 giorni dall’ingresso nel paese del dipendente, il datore di lavoro (società sponsor) deve completare tutte le formalità previste per l’ottenimento del Visto di residenza.

Sponsorizzare la propria famiglia:

I residenti espatriati (lavoratori e autonomi) con un permesso di soggiorno valido possono sponsorizzare le proprie famiglie.

Gli uomini possono sponsorizzare i loro familiari più stretti, come moglie e figli, se hanno uno stipendio minimo di 4.000 Dh o 3.000 Dh più l’alloggio.

Sono state apportate modifiche alla norma a marzo 2019 e ora i lavoratori stranieri possono sponsorizzare i propri familiari indipendentemente dalla loro professione, ma dovrebbero soddisfare il requisito salariale minimo.

Lo sponsor residente deve prima ottenere un permesso di ingresso per la sua famiglia e, una volta che questa effettua l’ingresso nel Paese, può ottenere per loro il visto di soggiorno in 60 giorni.

Documenti necessari: copia del passaporto dello sponsor; pagina del visto; carta d’identità degli Emirati; contratto di lavoro valido; contratto Ejari; un titolo di proprietà; ultime bollette; fototessere dei familiari; certificati di matrimonio e di nascita attestati; e il numero di conto bancario internazionale (IBAN) dello sponsor.

Il primo step per avviare le pratiche di sponsorizzazione della propria famiglia è l’apertura di un file di registrazione dal costo di Dh268.

Se la famiglia è già presente negli Emirati Arabi Uniti, i costi da affrontare sono di Dh1.138 per il permesso di ingresso e una tassa di cambio da Dh642.

Se la famiglia è all’estero, il costo del permesso di ingresso è pari a Dh492.

Avviate le procedure, si dovrà poi effetuare la visita medica e la digitazione dell’ID Emirates. Il visto sarà valido per due anni. Tutti i costi si intendono per persona e non è necessario alcun deposito cauzionale. Non sono necessari esami medici per i minori di 18 anni.

I genitori possono sponsorizzare i figli che hanno 18 anni, la sponsorizzazione può essere effettuata fino a 25 anni.

Ai bambini con disabilità viene concesso un permesso di soggiorno, indipendentemente dalla loro età.

I documenti e il costo del visto sono gli stessi, il visto è valido per 2 anni.

I dipendenti espatriati possono sponsorizzare i loro genitori se con uno stipendio minimo di 20.000 Dh, è previsto un deposito cauzionale di Dh2.500 per ogni genitore.

Ad Abu Dhabi, una donna può sponsorizzare marito e figli se con visto di lavoro valido e uno stipendio mensile di almeno Dh5.000. La richiesta è approvata dall’ Autorità federale per l’identità e la cittadinanza – ICA.

A Dubai una donna può sponsorizzare la sua famiglia, se con uno stipendio mensile di almeno 4.000 Dh. La richiesta deve essere approvata dalla GDFRA, l’autorità per l’immigrazione.

Una donna sposata può sponsorizzare la famiglia, ma deve ottenere un NOC dal marito. Il NOC deve essere autenticato dal servizio notarile del tribunale di Dubai.

Golden Visa:

Il Golden Visa può essere richiesto da alcune specifiche categorie di lavoratori: investitore immobiliare; imprenditore; persona di grande talento; medico; direttore; sportivo; titolari di dottorati di ricerca e specialisti.

Investitori immobiliari se acquistano una proprietà del valore di almeno 2 milioni di Dh in anticipo o tramite una banca.

Imprenditori con una PMI che genera un fatturato annuo di almeno Dh1 milione. 

Imprenditori che hanno effettuato una vendita per un minimo di 7 milioni.

Per ottenere questo visto, è necessario prima ottenere una lettera di raccomandazione da un’autorità/ministero competente. 

Una volta che la domanda è stata approvata, il permesso di ingresso costerà Dh350, Dh600 per il cambio dello stato del visto e Dh1.300 per il rilascio del visto e dell’Emirates ID.

Il richiedente dovrà pagare le visite mediche e l’assicurazione sanitaria.

Altre spese includono Dh230 per la cancellazione di un vecchio visto se si tratta di un visto di lavoro; esame medico Dh322; tassa di emissione di Dh1.070 e  tassa di visto di Dh100.

Le persone dotate di Golden Visa possono sponsorizzare i loro familiari e rimanere al di fuori degli Emirati Arabi Uniti per tutto il tempo che desiderano al contrario di quanto accade con i Visti Standard che prevedono i residenti debbano rientrare nel Paese ogni sei mesi.

Gli studenti universitari possono ottenere il cosidetto Golden Visa della durata di 10 anni e senza uno sponsor se studenti eccezionali e provenienti dalle università degli Emirati Arabi Uniti o da una delle migliori 100 università del mondo. Si terrà conto del rendimento scolastico (media cumulativa), dell’anno di conseguimento del titolo e di altri criteri.

I familiari dello studente possono ottenere il Golden Visa.

Secondo la Direzione Generale della Residenza e degli Affari Esteri-Dubai, il Golden Visa con validità di cinque anni costa Dh2.280, con validità 10 anni Dh2.790.

Green Visa:

I lavoratori che desiderino un visto verde, senza sponsor o datore di lavoro, devono avere un contratto di lavoro valido, classificato nel primo, secondo o terzo livello professionale secondo quanto indicato dal Ministero delle Risorse Umane e Emiratizzazione.

Il richiedente dovrebbe avere almeno una laurea o equivalente e dovrebbe guadagnare un minimo di Dh15,000 al mese.

È disponibile un visto di residenza di cinque anni per gli investitori che stabiliscono o partecipano ad attività commerciali. Questo sostituisce il precedente visto di soggiorno, valido per un periodo di due anni.

I candidati devono fornire la prova dell’investimento. Se l’investitore ha più di una licenza, verrà preso in considerazione il capitale investito totale. Devono inoltre ottenere l’approvazione delle autorità locali competenti.

Visti per lavoro a distanza:

Nel marzo 2021, gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato l’introduzione di un permesso di soggiorno per i lavoratori in remoto.

Il visto di un anno consente di entrare negli Emirati Arabi Uniti tramite auto-sponsorizzazione per lavorare in linea con i termini e le condizioni rilasciati con il visto che può essere rinnovato per un altro anno.

Per ottenere il visto, lo smart worker deve far attestare la propria occupazione dal datore di lavoro ed essere in possesso di un contratto di lavoro con una validità minima di un anno e uno stipendio di almeno $ 5.000.

È richiesta anche un’assicurazione sanitaria con copertura negli Emirati Arabi Uniti.

Il costo di un anno di visto è di 2.300 Dh ($ 625).

È prevista una multa di 25 Dh per ogni giorno di permanenza dopo la scadenza del visto.

L’Autorità federale per l’identità e la cittadinanza (ACI) dispone di un numero verde 600 522222 e di una piattaforma di feedback a cui fare riferimento.

Per Dubai: https://www.gdrfad.gov.ae/en o chiama il numero verde 800-5111.

Articoli correlati

Share This