Fatima bint Mubarak Women Center, un passo in più verso l’emancipazione delle donne

da Lug 8, 2021Culture, Lifestyle, News

TRENDING

Il lusso italiano conquista il mercato immobiliare di Dubai

Il mercato immobiliare di Dubai sta attraversando un periodo di forte crescita, ben al di sopra le aspettative degli analisti. Nel 2021, l’Emirato ha registrato vendite totali pari a circa 23 miliardi di euro. Ma è nel lusso che Dubai spadroneggia. Nel primo...

A Dubai quinoa, salicornia e altri superfood si coltivano nel deserto

L’aumento delle temperature e gli eventi meteorologici estremi provocati dai cambiamenti climatici in corso stanno mettendo sempre più in difficoltà l’agricoltura e interrompono sempre più spesso la catena di fornitura del cibo. Eppure la popolazione mondiale è...

Non esiste solo Expo: l’Italia guarda al futuro energetico a WETEX Dubai

Con l’apertura di Expo Dubai, l’attenzione mediatica si è riversata completamente sul mega evento che intratterrà residenti e turisti per i prossimi 6 mesi. Ma se c’è una cosa che non rientra nella mentalità vincente degli Emirati Arabi è quella di attendere la fine...

Imprigionate nel loro corpo, destinate a una disabilità totale. Ma le cose potrebbero cambiare… Ottobre è il mese della consapevolezza sulla Sindrome di Rett

I bambini con disabilità o bisogni speciali sono, prima di tutto, comunque bambini! Ai vostri figli non dite “non guardare”, ma “fagli un sorriso” o “vuoi salutarlo?” Un sorriso o un saluto possono significare enormemente più di quanto non crediate! (Benedetta Pasero)...

Carrefour City+: a Dubai il primo negozio senza casse del Medio Oriente

Dopo gli Stati Uniti, l’Europa e l’Asia, anche Dubai ha ora il suo primo supermercato senza casse. Inaugurato il 6 settembre 2021, il nuovo Carrefour City+ compatto e high-tech ha aperto all’interno di uno dei principali centri commerciali di Dubai, il Mall of the...

Davide Rampello e la bellezza che unisce: dalla Grecia antica ad Expo2020

Connecting minds, il tema lanciato da Expo 2020, sfida riflessioni ed interpretazioni: cosa, a dispetto delle differenze etniche, culturali, sociali e di genere lega ed avvicina? Cosa è che ci annoda gli uni agli altri seppur separati da distanze e confini?  Popoli e...

Tra connettività e trasporti, l’Italia costruisce un ponte solido con Expo 2020

Ci siamo. Finalmente siamo giunti alla tanto attesa apertura di Expo 2020 Dubai. Nelle settimane precedenti vi abbiamo raccontato di come l’Italia si stesse preparando a questo appuntamento di importanza mondiale attraverso le storie di alcune delle imprese italiane...

Expo Dubai: inaugurato il Padiglione Italia. Regione Lazio tra i protagonisti

Grande successo per l’inaugurazione del Padiglione Italia all’Expo di Dubai: “il padiglione più visitato durante la prima giornata di questa Esposizione Universale” ha specificato il Commissario Straordinario Paolo Glisenti. Una superficie di 3500 metri quadri per 27...

I Padiglioni di Expo2020 in pillole alla preapertura della Fiera mondiale

Da diverso tempo a questa parte ne abbiamo sentito parlare quotidianamente, ne abbiamo seguito i passi e sbirciato le foto.  Ora, in attesa dell’apertura ufficiale Expo 2020 ha avviato la fase di rodaggio effettuando, con preaperture al pubblico, i test di routine per...

NYU Abu Dhabi: “l’università del futuro” festeggia un decennio di eccellenza

Se si tratta di eccellenze nel mondo Arabo non si può non parlare di NYU Abu Dhabi (NYUAD). Nel giro di 10 anni, questa università fondata con il benestare di sua altezza reale Khalifa Al Nahyan, è riuscita a diventare una delle più prestigiose e selettive al mondo....
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Contribuire ad un ambiente favorevole alla realizzazione delle donne, sensibilizzare l’opinione pubblica sui ruoli di genere nel mantenimento della pace e migliorare lo status della donna attribuendole ruoli  decisionali all’interno della società araba. Sono questi gli obiettivi del Fatima bint Mubarak Women, Centro di Eccellenza per la Pace e la Sicurezza creato da Sua Altezza Sheikha Fatima bint Mubarak, già Presidente dell’Unione Generale delle Donne (GWU), del Consiglio Supremo per la Maternità e l’Infanzia e della Fondazione per lo Sviluppo della Famiglia (DFF).

La nascita del centro evidenzia l’impegno ed il sostegno degli Emirati Arabi Uniti alla partecipazione attiva delle donne in un contesto pacifico e sicuro. Il lancio della struttura, inoltre, risulta in linea con gli obiettivi della Sheikha Fatima bint Mubarak Women, Peace and Security Initiative, un progetto congiunto con la General Women’s Union, con il supporto tecnico di UN Women.

È proprio in quest’ottica che l’iniziativa rappresenta un’opportunità e un modello significativo per consolidare la cooperazione internazionale nella promozione del ruolo delle donne all’interno della società araba e per rafforzare le capacità delle autorità competenti nel sostenerne la partecipazione a posizioni di leadership e in più in generale, nel mercato del lavoro. Gli Emirati Arabi riflettono cosi un modello pioneristico nel supportare la piena, equa ed effettiva partecipazione delle donne in un tutti i campi dello sviluppo del Paese, agevolando la concretizzazione delle loro aspirazioni. 

Sua Altezza lo sceicco Abdullah bin Zayed Al Nahyan, ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, ha affermato che gli Emirati Arabi Uniti proseguono, così, nel viaggio iniziato dal defunto sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, diretto a fornire supporto all’ emancipazione femminile nel Paese, elemento chiave per lo sviluppo ed il raggiungimento degli obbiettivi nazionali futuri, in quanto da sempre figure di spicco nelle storie di successo degli Emirati ed ispiratrici in vari settori. 

Noura Al Suwaidi, Segretario Generale dell’Unione Generale delle Donne, ha aggiunto che il Centro Sheikha Fatima bint Mubarak Women, Peace and Security Initiative, lanciato in collaborazione con l’UN Women Liaison Office per il GCC, si basa sul più ampio sforzo di raggiungere gli obiettivi strategici della risoluzione 1325 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite del 31 ottobre del 2000. 

La risoluzione riafferma l’importante ruolo delle donne nella prevenzione e risoluzione dei conflitti, nei negoziati e nel mantenimento della pace, nella risposta umanitaria e nella ricostruzione postbellica e sottolinea l’importanza della loro pari partecipazione e del pieno coinvolgimento. La stessa invita, inoltre, eventuali parti in conflitto ad adottare misure speciali per proteggere le donne e le ragazze dalla violenza di genere. 

Alla luce di quanto indicato dalle Nazioni Unite in materia, il Centro si prefigge di fornire il supporto operativo necessario per sostenere l’uguaglianza di genere, coordinando l’attività degli altri organi competenti, come l’Unione Generale delle Donne, il Ministero della Difesa e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. 

Il Centro sarà ospitato all’interno del complesso della General Women’s Union ad Abu Dhabi ed offrirà una serie di corsi di formazione; i cui partecipanti prenderanno parte a presentazioni, attività interattive e discussioni di gruppo. 

Articoli correlati

Share This