Gli Emirati in festa per l’anniversario della nascita di Maometto

da Ott 20, 2021Culture, Highlights

TRENDING

L’Italia negli Emirati: tra la Giornata Nazionale degli EAU ed Expo 2020 Dubai

C’è aria di festa per le strade di Dubai, la città si è tinta un pò ovunque dei colori della bandiera emiratina, gigantografie della famiglia reale si affacciano sparse sulla Sheikh Zayed, l’arteria principale della città e si avverte nell’aria: gli Emirati come di...

A Napoli si discute di Internazionalizzazione: l’iniziativa di Banca Generali

Su iniziativa di Banca Generali nasce, lo scorso 5 novembre, “Ripensiamo il futuro: l'internazionalizzazione delle imprese italiane” il panel rivolto a realtà imprenditoriali italiane interessate ad espandere il proprio business all’estero. L’incontro, svoltosi a...

Italian Choice Sailing Team: un’unione che nasce dal mare

Quale elemento accomuna due paesi lontani e diversi come l’Italia e gli Emirati Arabi Uniti? Il mare. Un elemento primordiale, dal quale ci siamo evoluti, che abbiamo imparato a rispettare e navigare, sfidandone le onde.  Difatti, nonostante i due Paesi conservino...

Apertura, dialogo e cooperazione al Global Interfaith Summit di Dubai

C’é un filo rosso che unisce l’Accordo sulla Fratellanza Umana di Abu Dhabi del 2019, il G20 italiano ed il Global Interfaith Summit, come tappe di un percorso portato avanti dalla diplomazia istituzionale, così come quella religiosa, e che punta a costruire ponti che...

Quarta edizione del Global Manufacturing & Industrialization Summit: La giornata dedicata all’Italia

Identificare soluzioni a problemi globali, promuovere e incoraggiare uno sviluppo industriale inclusivo e sostenibile, trasformare la produzione attraverso l’impiego della tecnologia come strumento per la collaborazione globale al fine di incoraggiare maggiori...

Innovation House apre al mondo le porte della Lombardia produttiva e all’unicità delle proprie imprese

Un ecosistema fertile, una foriera di opportunità, una vetrina mondiale, un laboratorio di idee e innovazione. Si presenta così Innovation House, il progetto ideato dalla Fondazione Politecnico di Milano, insieme al Politecnico di Milano ed alla Regione Lombardia. ...

È italiano il ‘Best Dress’ del World Fashion Festival Awards di Dubai

Lo scollo ad archi ovali di richiamo alle porte arabe riprodotti sulla gonna dalla circonferenza di sei metri, interamente  dipinta a mano e la texture che ricorda il logo di Expo, sono questi i dettagli del Best Dress del World Fashion Festival Awards di Dubai,...

Stefano Avalis, l’artista italiano che ha brillato al World Fashion Festival Awards di Dubai

Arte, bellezza, cultura, sono questi i protagonisti del World Fashion Festival Awards di Dubai, appuntamento annuale del mondo della moda, sotto il cui ombrello convergono stilisti, scrittori, pittori, artisti locali e internazionali e professionisti del settore di...

Rolex Middle Sea Race, Expo Dubai e sostenibilità con Giovanni Soldini

Ha l’aria pacata e la pelle abbronzata, capelli schiariti dalla salsedine e l’espressione di chi possiede l’esperienza di mille vite maturata nell’acqua, al sole e nel sale dei tanti mari che ha navigato. Giovanni Soldini, l’eccellenza del velismo italiano, fa...

Expo 2020 Dubai, al padiglione Italia le microalghe purificano l’aria

Dalla Sardegna a Dubai. Microalghe, come la spirulina, che catturano l’anidride carbonica, principale causa del cambiamento climatico in corso, e la trasformano in ossigeno. Succede a Dubai, nel padiglione Italia di Expo 2020 Dubai, premiato peraltro come miglior...
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Gli Emirati Arabi Uniti si apprestano a festeggiare l’anniversario della nascita di Maometto. Una ricorrenza di estrema importanza per il mondo musulmano. I sunniti festeggiano il dodicesimo giorno del mese islamico di Rabi ‘al-awwal, mentre i musulmani sciiti il diciassettesimo giorno.

La nascita del Profeta risale all’anno 570 del calendario gregoriano, nella penisola Arabica. Maometto, che apparteneva all’importante clan dei Quraysh, era un bambino orfano. Cresciuto dallo zio, un ricco commerciante, prende parte sin da piccolo alle carovane che trasportavano merci. Negli anni, le traversate nel deserto gli permisero di acquisire un’ampia conoscenza delle diverse culture e credenze del tempo grazie ai frequenti incontri con monaci cristiani ed esponenti di altre religioni, con i quali intratteneva spesso lunghe conversazioni.

Quando decise di ritirarsi per un periodo di meditazione aveva ormai compiuto 40 anni, aveva sposato la ricca vedova ereditiera Khadija ed acquisito stabilità economica divenendo uno stimato carovaniere. Nel 610, sulle pendici del Monte Hira, ricevette da parte dell’Arcangelo Gabriele la rivelazione della parola di Dio.

Da quel momento Maometto si impose di annunciare agli arabi pagani l’esistenza di una grande ed unica divinità. Impresa che sin dal principio si rivelò non priva di ostacoli. Le parole del Profeta vennero infatti accolte con scetticismo e diffidenza dagli abitanti della Mecca, che ne continuarono ad osteggiare la divulgazione. Radunato il ristretto gruppo di amici e seguaci, Maometto decise allora di ritirarsi nella vicina Oasi di Yathrib: Medina.

Nonostante queste iniziali difficoltà la carica concettuale dei principi predicati dal Profeta ben presto superò i confini del suo territorio e la circospezione del suo popolo raggiungendo di orecchio in orecchio la stessa Mecca. Era il 622 e l’emigrazione di Maometto e dei suoi compagni (conosciuta come égira) segnerà l’avvento dell’era musulmana.

Il testo sacro dell’Islam, i cui principi continuarono ad essere trasmessi anche dopo la morte di Muhammad, contiene regole relative sia alla sfera intima e familiare, che a quella sociale e commerciale.

Per via della natura generale dei precetti coranici, un’attività di interpretazione si rivelò tuttavia necessaria. Tutt’oggi questa esegesi è affidata ai cosiddetti mujtahid, letteralmente “coloro che studiano duramente” o “coloro che si esercitano intellettualmente”, il cui contributo chiarisce l’ijtihad, l’interpretazione. Tra le fonti sacre dell’Islam va annoverata la Sunnah, basata sugli Hadith e relativa alle azioni e ai detti del Profeta. Il Corano, la Sunna e gli Hadith costituiscono la Sharia e quindi il corpo della legge islamica. Questa attività di estrapolazione di regole di condotta dalle fonti legittime è svolta dai giuristi e dai muftis – i giureconsulti – che rispondono con strumenti giuridici a specifiche questioni legate al diritto islamico.

Tale sistema giuridico e di fonti costituì l’assetto legislativo dei successivi califfati e, più tardi, dell’impero dei Turchi Selgiuchidi, dei Mongoli, degli Ottomani. Da Gibilterra fino alla Cina, passando per l’Africa e abbracciando saldamente la vasta cultura araba l’islamismo è oggi la seconda religione più diffusa al mondo.

Come viene festeggiato, dunque, questo giorno? La ricorrenza non viene celebrata in tutto il mondo islamico nello stesso modo. È fortemente sentita nei Paesi arabi del nord Africa e tra i musulmani sciiti, al contrario di quanto accade in Arabia Saudita, a maggioranza wahabita, e nei paesi dove è forte l’influenza dei gruppi radicali salafiti.

Negli Emirati Arabi le celebrazioni per la nascita del Profeta variano a seconda delle diverse comunità e famiglie. All’interno del mondo musulmano, la cui religione è  orientata alla celebrazione di una unica divinità, si è a lungo discusso sulla liceità o meno di festeggiare un uomo. I festeggiamenti, quindi, per alcuni prevedono parate all’aperto, per altri semplicemente la preghiera, la recitazione del Corano o di versi della poesia islamica che ricordano la vita di Maometto.

Articoli correlati

Share This