I Musulmani di tutto il mondo celebrano Eid al Fitr

da Apr 28, 2022Culture, Highlights

TRENDING

‘We the UAE 2031’: continua la crescita vertiginosa degli Emirati Arabi

Giunge di martedì 22 novembre, l'annuncio da parte dello sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, relativo al lancio di "We the UAE 2031" vision. Il nuovo piano strategico, in linea con quello relativo all'anno 2021, individua gli obiettivi di governo per il prossimo...

Emirati Arabi Uniti, come tutto ebbe inizio

Beduini, mercanti e pirati. Perle, incenso e datteri. E poi il deserto e il mare, da sempre spettatori silenziosi di incursioni, antiche carovane e flotte di esploratori. Su queste terre, oggi conosciute come Emirati Arabi, è approdato Alessandro Magno, hanno...

Con “Farfalle”, ITACA porta a Dubai un pezzo del teatro italiano

Il 19 e 20 Novembre prossimi, ITACA – Italian Theatre And Culture Association- presenterà al pubblico italiano di Dubai “Farfalle”, una commedia noir vincitrice dei premi “Hystrio- Scritture di scena 2015” e “Mario Fratti Award 2016”. Lo spettacolo andrà in scena...

EAU: al via il regime di assicurazione contro la disoccupazione

Al via il regime di assicurazione contro la disoccupazione volto a tutelare cittadini ed espatriati impiegati nel settore privato e nei dipartimenti del governo in caso di perdita del lavoro. Il nuovo schema offrirà sostegno finanziario per la durata di tre mesi in...

“Catching up with the Far East”: la tavola rotonda sull’andamento dei mercati Asiatici

Si è conclusa nella mattinata di mercoledì 19 ottobre, la tavola rotonda dal titolo “Catching up with the Far East” organizzata ed ospitata dagli uffici Kelmer Group di Dubai. Una kermesse che ha visto imprenditori, esperti del settore e rappresentanti delle Camere di...

#maiunagioia: lo spettacolo tutto italiano va in scena a Dubai

Grande attesa per lo spettacolo teatrale  #maiunagioia ideato da Lamya Tawfik e Valentina Danubio, prossimamente in scena presso The Junction, Alserkal Avenue, il 28 ottobre e il 4 novembre 2022. Noi di Dubaitaly abbiamo intervistato Lamya e Valentina per saperne di...

Rivoluziona il tuo shopping con Restyle

Uno stile di vita, un movimento sociale ed individuale per gli amanti della moda, ma sensibili ed attenti all’impatto ambientale del consumismo di massa. Restyle nasce sull'impronta del mercatino dell’usato in perfetto stile italiano: pezzi unici, selezionati ed al...

Legge sul Copyright: quella degli EAU tra le più rigide al mondo

Il trattamento di dati, contenuti e proprietà intellettuale negli Emirati Arabi Uniti non va preso alla leggera. Il Paese dispone ad oggi di uno dei regolamenti copyright più rigidi al mondo. Questo, al duplice scopo di proteggere i diritti dei marchi internazionali...

Nuovo sistema visti di residenza in vigore dal 3 ottobre

Entra in vigore, a partire dal 3 ottobre, il nuovo sistema visti degli Emirati Arabi Uniti. Nel mese di aprile gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato importanti modifiche al sistema dei visti che entrerà in vigore da lunedì 3 ottobre. Come annunciato questa...

Intervista all’On. Enrico Nan, candidato per la circoscrizione Africa-Asia-Oceania-Antartide

“Maggiore rappresentanza per gli italiani all’estero per sentirsi più in Patria”. Da qui l’intento di ripristinare il Ministero degli Italiani all’Estero, già abolito dalla sinistra Prodiana. È questo l’obiettivo del programma dedicato alle comunità italiane nel Mondo...
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Sul cielo compare la luna nuova e le città del Medioriente, del Sud Est asiatico e del continente africano sembrano lentamente risvegliarsi dal torpore del mese di preghiere, devozione ed autocontrollo che segnano da secoli il periodo di Ramadan. 

È l’alba del primo giorno di Shawal, il nono mese del calendario lunare.

Pur se regolata in base ai cicli lunari e dunque variabile da Paese a Paese a seconda del posizionamento geografico di ognuno di essi, la festività di Eid Al Fitr rimane tra le più sentite dalla comunità musulmana di tutto il mondo perché scandita dalla celebrazione dei sacri doveri e dalla rottura del severo digiuno osservato per tutti i trenta giorni precedenti.

Nella gerarchia dei momenti più importanti della vita religiosa di un musulmano Eid al Fitr è seconda soltanto all’Eid al-Adha, la “festa del sacrificio” che pone fine all’Hajj, il pellegrinaggio a La Mecca che ogni fedele deve compiere almeno una volta nella vita.

Ma quali tradizioni scandiscono la giornata del festeggiamento?

La celebrazione di fine digiuno inizia con la preghiera Salat al-Fajr e solo dopo le funzioni, svolte sia in casa che nelle moschee, ci si organizza per trascorrere il pranzo in famiglia. Questo pasto, in particolare, è di ampia valenza rituale proprio perchè è il primo dopo il mese di digiuno osservato nelle ore diurne. Ed ecco quindi che, in molti Paesi, si banchetta con il tipico Maamoul, dolce tradizionale della cucina araba composto da pasta frolla farcita di fichi o frutta secca, pistacchi o mandorle. 

In occasione del giorno di rottura del digiuno le tavole saudite e irachene vengono imbandite di datteri, frutti prediletti soprattuto per il Suhoor, lo spuntino che precede l’inizio del digiuno, ma anche di Bint al Sahn, la tipica torta al miele, e di Kleicha, biscotti al gusto di rosa dal ripieno di noci, mentre nelle cucine turche si preparano baklava, pasticcini e biscotti ripieni.

Oltre alle tradizioni universali tipiche delle giornate di Eid, ce ne sono anche di più bizzarre. 

In Afghanistan il momento clou delle celebrazioni è rappresentato dai combattimenti con le uova: dopo averne acquistate in gran numero, ognuno le farà bollire e le dipingerà per poter poi partecipare ad un noto gioco popolare, il Tokhm-Jang, il cui obiettivo è rompere l’uovo dell’avversario mantenendo il proprio intatto.

Eid al Fitr è dunque la festa della condivisione e della convivialità ed è con questo spirito che in Malesia si usa lasciare le porte delle proprie case aperte per accogliere chiunque avesse bisogno di un pasto, rigorosamente a base di gnocchi di riso e Rendang, o chi fosse semplicemente in cerca di compagnia. 

In Indonesia il giorno della rottura definitiva del digiuno, localmente conosciuto come Lebaran, è ritenuto tra le feste più sentite e viene celebrato attraverso la tradizione del “Mudik”, il ritorno a casa di coloro che hanno lasciato il proprio paese d’origine per lavorare nelle grandi città.

Non solo tavole imbandite quindi, ma tante altre sono tradizioni tipiche delle tre giornate di Eid tra cui quella di andare a fare visita ai defunti dopo la preghiera del mattino o di donare denaro in beneficenza in modo che anche le famiglie meno fortunate possano godersi i festeggiamenti. 

Qualunque sia l’usanza praticata e dovunque si festeggi, l’augurio rivolto agli amici ed ai propri cari sarà sicuramente quello di ’”Eid Mubarak!“, “benedetto Eid!”.

Articoli correlati

Share This