Padova, tesoro dell’umanità, ora riconosciuta dall’UNESCO

da Lug 28, 2021Culture

TRENDING

NYU Abu Dhabi: “l’università del futuro” festeggia un decennio di eccellenza

Se si tratta di eccellenze nel mondo Arabo non si può non parlare di NYU Abu Dhabi (NYUAD). Nel giro di 10 anni, questa università fondata con il benestare di sua altezza reale Khalifa Al Nahyan, è riuscita a diventare una delle più prestigiose e selettive al mondo....

Traduttore freelance o agenzia di traduzioni… quale è la scelta migliore per la tua attività?

Quante volte ci siamo ritrovati ad aver necessità di tradurre documenti ufficiali? Documenti di viaggio, di residenza o transazioni, il processo di traduzione ci impone di ricercare la figura più adatta alle nostre esigenze: un abile traduttore freelance che ci...

La capitale della Blue economy è italiana e vola a Dubai: la Liguria ad Expo 2020

Blu economy, nautica e tutto ciò che ruota attorno al sistema mare caratterizzerà la partecipazione della Liguria ad Expo 2020. La Regione conclude la sessantunesima edizione del Salone Nautico che consacra Genova Hub della nautica e vola a Dubai per condividere con...

Planet Farms, le insalatine da vertical farm alla conquista degli italiani

Insalatine ed erbe aromatiche che crescono in un ambiente incontaminato senza mai vedere la luce del sole? Succede a Cavenago, alle porte di Milano, nella vertical farm ad elevato tasso tecnologico di Planet Farms, start-up milanese fondata da Luca Travaglini e...

Expo Dubai, chiusa la missione di Regione Lazio e Lazio Innova: inaugurato il “Lazio Region Business Hub”

L’hub, realizzato dalla Camera di commercio italiana negli EAU su mandato della Regione Lazio, sarà uno strumento di supporto per il business delle imprese del Lazio che vorranno cogliere le opportunità offerte dall’Esposizione emiratina, soprattutto durante gli...

Inaugurato il Lazio Region Business Hub per l’internazionalizzazione delle imprese laziali

L’Hub, realizzato dalla Camera di Commercio su mandato della Regione Lazio, sarà uno strumento di supporto per il business delle imprese del Lazio che vorranno cogliere le opportunità offerte dall’Expo di Dubai  Dubai, 16  settembre 2021 - Inaugurato ieri a Dubai il...

L’Italia vola nei cieli di Expo con Leonardo S.p.A

Innovazione e sostenibilità, ma anche mobilità ingegno e tecnologia. Se c’è un’azienda italiana che coniuga alla perfezione i temi centrali di Expo 2020 questa è la Leonardo S.p.A. La società guidata da Alessandro Profumo è leader mondiale nei settori della difesa,...

Con “The Beauty of Imaging” la medicina approda ad Expo2020

“Connettere le menti, generare il futuro”, è questo il grande tema di Expo 2020. Il Padiglione Italia si allaccia al claim della fiera mondiale di ottobre con un proprio leitmotiv, La Bellezza unisce le Persone, a suggerire che l’incanto dei territori ed il fascino...

Expo 2020 Dubai: le PMI laziali sbarcano a Dubai

Le piccole e medie imprese del Lazio, da oggi, avranno una possibilità in più di internazionalizzazione ed export negli Emirati Arabi Uniti e nell’area del Golfo.   Oggi, infatti, alle ore 11, alla Camera di Commercio Italiana di Dubai , si terrà la presentazione...

50 nuovi progetti per i prossimi 50 anni: ecco come gli Emirati affronteranno il futuro

A meno di 21 giorni dall’inaugurazione di Expo, alcuni potevano pensare che il governo Emiratino avrebbe aspettato di valutare i risultati di questo evento cosi tanto atteso prima di annunciare nuovi progetti a lungo termine. Invece, eccoci qua a commentare una nuova...
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

“Dopo aver attraversato in pieno sole il giardino dell’Arena entrai nella cappella di Giotto, dove l’intera volta e gli sfondi degli affreschi sono così turchini da far credere che la radiosa giornata […] sia venuta per un attimo a porre all’ombra e al fresco il suo cielo”

È così che ne “Alla ricerca del tempo perduto” Marcel Proust descriveva la Cappella degli Scrovegni.

A Padova, tutt’oggi, si respira un’aria rinascimentale, come se la città si fosse fermata all’epoca del suo massimo fervore artistico. Non a caso l’Urbs picta fece da giuntura tra la scure medievale e la magnifica rivoluzione culturale del XIV secolo. 

L’effervescenza artistica di quel periodo attrasse nella città di Padova “i grandi” del mondo delle arti: Giotto, Jacopo Avanzi, Jacopo da Verona. Artisti di un tempo lontano, ma oggi protagonisti di un evento di solenne importanza: la Basilica di Sant’Antonio, la Cappella degli Scrovegni, la Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo agli Eremitani, la Cappella della Reggia Carrarese, il Battistero della Cattedrale, il Palazzo della Ragione, l’Oratorio di San Giorgio e l’Oratorio di San Michele hanno reso Padova il cinquantasettesimo sito italiano riconosciuto patrimonio dell’umanità.

La città entra nella World Heritage List dell’UNESCO grazie a queste meraviglie architettoniche, ribattezzate “i magnifici otto”, agli affreschi in esse custoditi, ma anche all’orto botanico che, come riportato dalla stessa organizzazione internazionale,è all’origine di tutti gli orti botanici del mondo e rappresenta la culla della scienza, degli scambi scientifici e della comprensione delle relazioni tra la natura e la cultura avendo largamente contribuito al progresso di numerose discipline scientifiche moderne, in particolare la botanica, la medicina, la chimica, l’ecologia e la farmacia”.

La proclamazione dell’Urbs picta come patrimonio mondiale incorona definitivamente l’Italia quale regina dell’UNESCO quale Paese con il maggior numero di siti da questa riconosciuti e permette di rispolverare alcune delle storie più affascinanti del nostro passato culturale ed architettonico. 

Prima tra tutte quella della Cappella degli Scrovegni (1300), la cui  edificazione fu resa possibile dall’acquisto di un terreno, ubicato sul sito dell’antico anfiteatro romano un tempo adiacente all’omonimo Palazzo, da parte del facoltoso banchiere Enrico Scrovegni

L’obiettivo del ricco committente era quello di risollevare la reputazione della propria famiglia danneggiata dal padre Rinaldo, rinomato usuraio dell’epoca al quale Dante non risparmierà, per tale ragione, un posto nell’ Inferno. 

È proprio all’interno della Cappella che, su commissione di Enrico Scrovegni, Giotto compì il suo miracolo pittorico, secondo solo alla Cappella Sistina di Michelangelo. 

Gli affreschi della Cappella degli Scrovegni si susseguono come i canti di un poema cristiano al ritmo di una serrata trama di natura teologica, mostrando il concatenarsi di eventi del “poema cristiano”. La magia dell’opera risiede proprio nell’abilità del sommo artista di coinvolgere nel profondo l’osservatore e renderlo parte integrante di quel disegno divino. 

È dunque con grande merito che Padova, con le sue opere monumentali e pittoriche, è entrata a far parte dei tesori non solo d’Italia, ma del mondo intero. 

Articoli correlati

Share This