Sulle orme del Profeta: la mostra unica nel suo genere inaugurata a Dhahran

da Ago 2, 2022Culture, Highlights

TRENDING

‘We the UAE 2031’: continua la crescita vertiginosa degli Emirati Arabi

Giunge di martedì 22 novembre, l'annuncio da parte dello sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, relativo al lancio di "We the UAE 2031" vision. Il nuovo piano strategico, in linea con quello relativo all'anno 2021, individua gli obiettivi di governo per il prossimo...

Emirati Arabi Uniti, come tutto ebbe inizio

Beduini, mercanti e pirati. Perle, incenso e datteri. E poi il deserto e il mare, da sempre spettatori silenziosi di incursioni, antiche carovane e flotte di esploratori. Su queste terre, oggi conosciute come Emirati Arabi, è approdato Alessandro Magno, hanno...

Con “Farfalle”, ITACA porta a Dubai un pezzo del teatro italiano

Il 19 e 20 Novembre prossimi, ITACA – Italian Theatre And Culture Association- presenterà al pubblico italiano di Dubai “Farfalle”, una commedia noir vincitrice dei premi “Hystrio- Scritture di scena 2015” e “Mario Fratti Award 2016”. Lo spettacolo andrà in scena...

EAU: al via il regime di assicurazione contro la disoccupazione

Al via il regime di assicurazione contro la disoccupazione volto a tutelare cittadini ed espatriati impiegati nel settore privato e nei dipartimenti del governo in caso di perdita del lavoro. Il nuovo schema offrirà sostegno finanziario per la durata di tre mesi in...

“Catching up with the Far East”: la tavola rotonda sull’andamento dei mercati Asiatici

Si è conclusa nella mattinata di mercoledì 19 ottobre, la tavola rotonda dal titolo “Catching up with the Far East” organizzata ed ospitata dagli uffici Kelmer Group di Dubai. Una kermesse che ha visto imprenditori, esperti del settore e rappresentanti delle Camere di...

#maiunagioia: lo spettacolo tutto italiano va in scena a Dubai

Grande attesa per lo spettacolo teatrale  #maiunagioia ideato da Lamya Tawfik e Valentina Danubio, prossimamente in scena presso The Junction, Alserkal Avenue, il 28 ottobre e il 4 novembre 2022. Noi di Dubaitaly abbiamo intervistato Lamya e Valentina per saperne di...

Rivoluziona il tuo shopping con Restyle

Uno stile di vita, un movimento sociale ed individuale per gli amanti della moda, ma sensibili ed attenti all’impatto ambientale del consumismo di massa. Restyle nasce sull'impronta del mercatino dell’usato in perfetto stile italiano: pezzi unici, selezionati ed al...

Legge sul Copyright: quella degli EAU tra le più rigide al mondo

Il trattamento di dati, contenuti e proprietà intellettuale negli Emirati Arabi Uniti non va preso alla leggera. Il Paese dispone ad oggi di uno dei regolamenti copyright più rigidi al mondo. Questo, al duplice scopo di proteggere i diritti dei marchi internazionali...

Nuovo sistema visti di residenza in vigore dal 3 ottobre

Entra in vigore, a partire dal 3 ottobre, il nuovo sistema visti degli Emirati Arabi Uniti. Nel mese di aprile gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato importanti modifiche al sistema dei visti che entrerà in vigore da lunedì 3 ottobre. Come annunciato questa...

Intervista all’On. Enrico Nan, candidato per la circoscrizione Africa-Asia-Oceania-Antartide

“Maggiore rappresentanza per gli italiani all’estero per sentirsi più in Patria”. Da qui l’intento di ripristinare il Ministero degli Italiani all’Estero, già abolito dalla sinistra Prodiana. È questo l’obiettivo del programma dedicato alle comunità italiane nel Mondo...
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

In occasione dei festeggiamenti del capodanno islamico, sabato, 30 luglio,  ha inaugurato a Dhahran, Arabia Saudita, la mostra Sulle orme del Profeta.

La prima ed unica nel suo genere, si propone di ripercorrere con minuzia ed accuratezza storica le tappe della migrazione del profeta Maometto dalla Mecca a Medina.

Un viaggio lungo 8 giorni e 400 chilometri che ha inizio quando nell’anno 622, il profeta Maometto fugge dalla Mecca alla volta dell’oasi di Yatrib (successivamente nota come Medina) per sottrarsi alla persecuzione della tribù Quraysh. Nonostante le iniziali difficoltà,  la carica concettuale dei principi predicati dal Profeta ben presto superò i confini del suo territorio e la circospezione del suo popolo raggiungendo di orecchio in orecchio la stessa Mecca. Era il 622 e l’emigrazione di Maometto e dei suoi compagni (conosciuta come égira) segnerà l’avvento dell’era musulmana.

La mostra, curata da Abdullah Hussein Alkadi, uno dei principali studiosi dell’Egira e biografo del profeta Maometto e artisti internazionali, espone numerosi manufatti ed opere  custodite dal Museo Nazionale dell’Arabia Saudita, dalla Casa delle Arti Islamiche e dal Complesso King Abdulaziz.

Il tema protagonista della mostra è dunque il viaggio e la storia di un uomo che attraversò le avversità del deserto in 8 giorni e per 400 chilometri. Una storia ancora attuale che afferma il diritto di praticare le proprie convinzioni.

La mostra si declina in un’esperienza immersiva che esplora  la storia e l’eredità dell’Egira da diverse prospettive, esaminandone le conseguenze sotto molteplici aspetti, quello scientifico,geografico, culturale, artistico.

Effetti audiovisivi, luci che permettono di immergersi nell’atmosfera del tempo, arte e narrazioni, ma anche opere collettive come quella dell’artista saudita Zahrah Al Ghamdi che utilizza argilla e rocce, pelle e acqua per creare strutture simili a nodi che riflettono i “legami di fratellanza” che sono stati forgiati durante l’Egira.

L’esibizione rappresenta così anche i progressi compiuti nella ricerca accademica in merito alla storia dell’Islam ed una valorizzazione del tema del viaggio, della condivisione, dell’empatia e della tolleranza e quindi capace di coinvolgere non solo il pubblico regionale, ma anche internazionale. 

Articoli correlati

Share This