Expo 2020 Dubai, al padiglione Italia le microalghe purificano l’aria

da Nov 4, 2021Expo 2020, Highlights

TRENDING

Cervelli italiani in fuga: i giovani Expat di Dubai

Sono alla ricerca di opportunità, desiderano crescere professionalmente, aspirano a retribuzioni che soddisfino più dei meri bisogni primari, puntano al riconoscimento delle proprie competenze, fanno le valigie e partono. Sono i giovani laureati italiani, protagonisti...

Galleria Continua inaugura al Burj Al Arab con la mostra New Wave

Galleria Continua, ad oggi tra le principali gallerie d’arte contemporanea, è la storia di tre amici e di un’aspirazione, quella di coinvolgere un pubblico sempre più ampio nel mondo dell’arte. Ma l’iniziativa è anche la storia di un luogo inaspettato e senza tempo:...

Chapter All Dubai: La community degli Alumni Luiss di Dubai

Si è concluso giovedì 26 maggio nella splendida cornice dell'Hotel Fairmont di Dubai, presso il ristorante Bistrot 90, Chapter All Dubai, il primo incontro della community degli Alumni Luiss negli Emirati. ALL (Associazione Laureati Luiss) è il punto di riferimento...

Italian Business in Dubai: Cinzia Di Gennaro

Per la rubrica "Italian Business in Dubai", noi di Dubaitaly abbiamo intervistato Cinzia Di Gennaro, giovane imprenditrice Italiana che ha fatto di Dubai la sua casa! Cinzia, di cosa ti occupi? Ho un'azienda che produce profumi personalizzati e fragranze per ambienti,...

Destinazione International Financial District: cuore pulsante di Dubai

Pochi sono i luoghi in cui si avverte la sensazione, netta ed elettrizzante, di trovarsi esattamente al centro del mondo. Lungo la Fifth Avenue di New York, nell’abbraccio del colonnato di San Pietro a Roma, nel caotico viavai di Piccadilly Circus, al centro di...

L’Eredità di Expo 2020 Dubai alla sesta edizione di Travel Hashstag

Si è conclusa nella serata di domenica 8 maggio la sesta edizione del Travel Hashtag, l'evento internazionale nell'ambito della Travel&Tourism Industry, organizzata a Dubai dal tour operator Tourmeon e declinatasi in un panel discussion che ha visto protagonisti...

Visto di residenza a Dubai: tutto quello che devi sapere

Come è risaputo, gli Emirati Arabi Uniti utilizzano un sistema di visti per consentire ai cittadini stranieri di vivere e lavorare nel Paese. Un sistema, questo, in continuo aggiornamento. Proprio nel mese di Aprile, il Gabinetto degli Emirati Arabi Uniti ha...

I Musulmani di tutto il mondo celebrano Eid al Fitr

Sul cielo compare la luna nuova e le città del Medioriente, del Sud Est asiatico e del continente africano sembrano lentamente risvegliarsi dal torpore del mese di preghiere, devozione ed autocontrollo che segnano da secoli il periodo di Ramadan.  È l’alba del primo...

Alla scoperta di QE2, antica regina del mare

È il 26 novembre del 2008 quando la regina dei mari Queen Elisabeth II lascia il molo di Southampton in direzione Port Rashid, nel Golfo Persico, per quello che sarebbe stato il suo ultimo impiego per mare. Conclusa la traversata, la bandiera di Cunard House viene...

La cucina sublime di Enrico Derfingher al Bella Restaurant di Dubai

Il  super chef Enrico Derfingher ci ha condotto per mano nella magnifica serata del 26 febbraio "oltre Expo Dubai: il futuro delle eccellenze italiane negli Emirati Arabia Uniti":  "É stato un grandissimo successo – commenta  Derflingher– Oltre cento persone riunite...
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Dalla Sardegna a Dubai. Microalghe, come la spirulina, che catturano l’anidride carbonica, principale causa del cambiamento climatico in corso, e la trasformano in ossigeno. Succede a Dubai, nel padiglione Italia di Expo 2020 Dubai, premiato peraltro come miglior progetto imprenditoriale dell’anno durante i prestigiosi Construction Innovation Awards, un padiglione lodato anche dal NYT per la sua bellezza. Ad occuparsi di questa tecnologia all’insegna della sostenibilità e tutta made in Italy è stata la Tolo Green, uno dei partner tecnici del padiglione Italia, dove la parola d’ordine è “sostenibilità”. La sfida è partita da una domanda: si può eliminare o quantomeno ridurre la CO2, la temuta anidride carbonica o biossido di carbonio, emessa anche dal nostro stesso respiro? La risposta è si. Ma si può fare anche di più.

Italian-Pavilion-2020

Al padiglione Italia dell’Expo infatti, microalghe coltivate in enormi vasche assorbono la CO2 emessa dal respiro dei visitatori e la restituiscono all’esterno come ossigeno. Le microalghe in questione sono di tre tipi, spirulina, dunaliella ed haematococcus, e ad occuparsi di questa tecnologia è stata la Tolo Green, partner tecnico del padiglione Italia. Guidata da Gilberto Gabrielli, già docente all’Università Bocconi, la Tolo Green da sei anni investe nella produzione biologica di microalghe e da 14 anni in energie rinnovabili. Le preziose alghe, coltivate al momento in un impianto in Sardegna, sono ricche di proprietà nutrizionali e la Tolo Green ne sta attivamente studiando i suoi vari utilizzi. La spirulina, soprattutto, la più ricca di proteine e amminoacidi, la rende incredibilmente versatile in moltissimi ambiti, da quello alimentare (viene utilizzata in alcuni estratti freschi cui dà un tipico colore azzurro) ai fertilizzanti.

Il padiglione Italia, ideato da Carlo Ratti e Italo Rota è dotato di vasche per la coltivazione di questi micro-organismi, e si può veramente dire che respiri da solo. Le alghe, infatti, presenti in vasche inserite nella struttura stessa del padiglione, nutrendosi dell’anidride carbonica rilasciata dal respiro dei visitatori sono in grado di rimetterla in circolo sotto forma di ossigeno. Le alghe prodotte dalla Tolo Green, coltivate attualmente in un impianto in Sardegna, rappresentano un importante opportunità per il raggiungimento del target della decarbonizzazione entro il 2050.

Padiglione-Italia-vasche-microalghe-Tolo-Green

Il primato nella produzione di microalghe in Europa, attualmente, spetta alla società portoghese Algae for Future (A4F), che ogni anno arriva alla quota di 100 tonnellate di produzione. La produzione di Tolo Green, grazie al secondo impianto che è in costruzione in Sardegna, si aggirerà attorno alle 60 tonnellate anno di produzione di alghe. A beneficiare di questi micro-organismi è anche il Gruppo Boero, leader nel settore dei prodotti vernicianti, che ha dipinto il tetto del padiglione Italia col tricolore più grande del mondo, utilizzando anche vernici derivate da queste alghe.

L’Expo di Dubai, aperto per sei mesi, dal 1 ottobre fino al 31 marzo 2022, consentirà ai visitatori di osservare il processo di crescita e lavorazione delle microalghe e, grazie all’istallazione di alcuni pannelli digitali, sarà possibile conoscere in tempo reale i valori di CO2 “mangiata” dagli organismi e le quantità di ossigeno rilasciata dagli stessi. L’aria purificata, verrà rimessa in circolo all’esterno del padiglione, dando vita ad una vera e propria economia circolare, tutta made in Italy.

Articoli correlati

Share This