La proposta sostenibile di TOLO green ad Expo 2020

da Feb 1, 2021Expo 2020, Highlights

TRENDING

Le eccellenze del Made in Italy al Gulfood 2021

2500 aziende, di cui 120 Italiane, 85 Paesi, Michelin stars chef, food tech e nuove tendenze, 93.000 metri quadrati di spazio espositivo, il tutto distribuito in 20 halls presso il World Trade Center di Dubai: in pillole questa è la 26ma edizione di Gulfood 2021. Per...

Pillole di Emirati: chi era Bin Majed?

In questi giorni di staycations vi sarà capitato, se siete stati a Ras Al-Khaimah, di esservi imbattuti nella catena alberghiera “Bin Majed”. Il primo pensiero, probabilmente, sarà stato quello di associare il nome al proprietario, magari ad un eventuale “Bin Majed”,...

Emerald Palace Kempinski Dubai: benvenuti a Palazzo

Dubai Start, punto di riferimento per chi vuole esplorare, conoscere e iniziare un business a Dubai, ha stretto una partnership con l'Emerald Palace Kempinski Dubai: ogni mese sono disponibili promozioni speciali e offerte, con pacchetti sia business che leisure, per...

Bin Majed, il primo navigatore arabo

Per chi vuole imparare qualche frase in arabo e per chi semplicemente desidera capire un po’ di più della cultura e della storia del Paese nel quale viviamo. Ecco un’altra puntata della rubrica dedicata a questa fantastica lingua, curata da Eugenio Malatacca,...

Una mattina al souk delle spezie

Una mattina mi viene in mente di cucinare i tozzetti spaccadenti miele e mandorle. E dove acquistare le mandorle se non al mercato delle spezie di Deira? Partiamo dal presupposto che io, con le mandorle, mi ci farei il bagno perché le adoro. In Italia, e ovunque mi...

La perseverante missione della NASA su Marte

Si chiama Perseverance, ha le dimensioni di un Suv, ha viaggiato per 7 mesi e 470 milioni di chilometri ed ha ora raggiunto un altro mondo. Il rover della NASA il 18 febbraio scorso è magistralmente atterrato nel cratere Jazero, un buco profondo 28 miglia, a circa 18...

Tutti pazzi per il delivery

Se il brunch è lo sport nazionale per eccellenza in questo paese, il secondo sport più praticato, sempre nell'ambito alimentare, è il delivery, ovvero la gioia (meno per la bilancia) di poter ordinare, a qualsiasi ora del giorno e della notte, del cibo. Se in Italia...

San Valentino, Papa Gelasio, i cinici e gli innamorati

San Valentino, la festa meno amata tra le feste. Forse perchè inevitabilmente induce a riflessioni sulla propria situazione sentimentale, e diciamocelo, il più delle volte non è esattamente l’argomento su cui si ha voglia di ponderare. Maledetto Amore, che porta in...

Dubaitaly Reloaded

Torna Dubaitaly con nuove rubriche, nuovi collaboratori, ma la passione di sempre per l’informazione, la vita a Dubai e la comunità italiana. Chiuso la scorsa estate, nonostante un numero sempre crescente di lettori e sponsor, Dubaitaly è stato recentemente rilevato...

DraculApp™, benvenuti nella nuova era digitale

Tecnologia, creatività e design possono convivere nella stessa azienda e dare vita a progetti di comunicazione digital vincenti. DraculApp ne è la prova! In Italia è stato tra primi “digital integrator💊” ad offrire soluzioni personalizzate per risparmiare tempo e...
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Il futuro della Terra è in bilico e non c’è nessun pianeta B. Si, suona piuttosto apocalittica ma è proprio da questa semplice e quanto mai realistica considerazione che prende ispirazione uno dei pilastri tematici di Expo 2020, la sostenibilità. L’attesissimo evento si prefigura di fatti, come l’esposizione mondiale più sostenibile di sempre. Il Padiglione Terra gorgoglia di idee innovative e strategie rivoluzionarie, tutte volte ad una più efficace protezione e conservazione del pianeta.

Expo 2020 cattura e coinvolge offrendo la possibilità di passeggiare in foreste virtuali ed immergersi nelle profondità dell’oceano, alla scoperta non solo delle meraviglie del nostro pianeta ma anche di un modo di vivere in armonia con la natura. Il Padiglione Italia si allinea in questo senso alle aspirazioni regionali- Dubai 2021 e UAE Vision 2021– e globali, supportando il tema della sostenibilità tramite idee complesse e rivoluzionarie come quella proposta da TOLO green. Innovazione con una tecnologia italiana al 100%.

L’accattivante concept proposto dall’azienda, impegnata dal 2009 nella progettazione e generazione di energia e fonti rinnovabili, fa perno sulla sostenibilità relativa al consumo di acqua ed energia, rendendo il Padiglione Italia l’unica struttura che “respira”. Avete capito bene! L’installazione si servirà, infatti, di 5 mega vasche in cui verranno coltivate alghe di diverse specie, tra cui la spirulina, per il trattamento dell’aria viziata, interna all’edificio. Le alghe, a quanto pare ghiotte di anidride carbonica, trasformeranno in ossigeno l’aria assorbita, re-immettendola naturalmente in circolo e riducendone così l’impatto ambientale. Lampade fotosintetizzanti poi, progettate specificamente per la crescita di microalghe, ne permetteranno la proliferazione anche nell’ambiente ristretto delle vasche. E come ogni ciclo vitale che si rispetti, il ruolo delle alghe non termina qui: verranno riutilizzate come sistema fertilizzante per tutto quel che di verde vi è nel Padiglione.

La trovata di TOLO green non affascina solo perchè rivoluzionaria ma anche perché interattiva. I visitatori del Padiglione saranno infatti informati in tempo reale sui valori del flusso di aria immessa e purificata e potranno osservare il processo di crescita delle microalghe, avendo così la possibilità di toccare con mano i benefici derivanti dall’incontro tra innovazione, sostenibilità e connessione con la natura. A rendere sostenibile il Padiglione Italia poi, pareti e soffitti costruiti con materie prime naturali come chicchi di caffè e bucce d’arancia.

Sostenibilità, riciclabilità, innovazione e digitalizzazione. Quasi 50 aziende coinvolte ed un vero hub innovativo”, che “parla con il resto del mondo”.

 

Articoli correlati

La perseverante missione della NASA su Marte

La perseverante missione della NASA su Marte

Si chiama Perseverance, ha le dimensioni di un Suv, ha viaggiato per 7 mesi e 470 milioni di chilometri ed ha ora raggiunto un altro mondo. Il rover della NASA il 18 febbraio scorso è magistralmente atterrato nel cratere Jazero, un buco profondo 28 miglia, a circa 18...

La perseverante missione della NASA su Marte

La perseverante missione della NASA su Marte

Si chiama Perseverance, ha le dimensioni di un Suv, ha viaggiato per 7 mesi e 470 milioni di chilometri ed ha ora raggiunto un altro mondo. Il rover della NASA il 18 febbraio scorso è magistralmente atterrato nel cratere Jazero, un buco profondo 28 miglia, a circa 18...

Share This