Alcolici: è arrivata la licenza per i turisti

da Feb 3, 2021Lifestyle

TRENDING

Chiudono le agenzie di reclutamento, in arrivo Tadbeer

I cittadini e gli espatriati dovranno assumere collaboratori domestici solo dai centri di Tadbeer a partire da marzo, quando il governo avrà completato la chiusura di tutte le agenzie di reclutamento private, operative negli Emirati da più di 30 anni. Nasser bin Thani...

Giacomo Bernardelli imprenditore di successo a Dubai

Come sei arrivato a Dubai e quando? Mi sono trasferito a Dubai nel 2006. Al tempo avevo solo ventisei anni lavoravo nella divisione di Investment Banking di Morgan Stanley a Londra. Quando aprirono una filiale della banca americana a Dubai, e il mio capo di allora mi...

A Dubai arriva il Virtual Visa per i lavoratori da remoto

Nell'anno del lavoro a distanza, tra le mete più gettonate per lo smart working svettano senza dubbio quelle dal clima soleggiato tutto l’anno. Tra queste, Dubai, é stata classificata al 22 °posto nella lista elaborata dal noto marchio Big Seven Travel, delle 50...

Il nuovo Console Generale di Dubai, Giuseppe Finocchiaro, si presenta alla comunità italiana

Il nuovo Console Generale di Dubai, Giuseppe Finocchiaro, si presenta alla comunità italiana e si racconta su Dubaitaly Nato a Catania il 9 agosto 1974, dove si è laureato in Giurisprudenza, il 6 maggio 1998, con una tesi sulla Corte penale internazionale, Giuseppe...

Giornata Mondiale della Natura: Il patrimonio naturalistico degli Emirati

Il 20 dicembre 2013, alla sua 68a sessione, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 3 marzo come Giornata mondiale della Natura per celebrare la straordinaria biodiversità del nostro pianeta, dare visibilità ai reati contro fauna e flora (come il...

Leggi: il job title non è più vincolante per sponsorizzare i figli

Il titolo di lavoro (job title) non è più vincolante per sponsorizzare i propri familiari negli Emirati Arabi. E' entrata in vigore a tutti gli effetti la nuova legge annunciata dal Governo nel marzo 2018. D'ora in avanti tutti i lavoratori qualificati ("skilled...

10 percorsi per correre a Dubai

Amate correre? Siete da poco arrivati in città e non conoscete ancora tutti i percorsi? Oppure siete stufi del solito giro e siete in cerca di nuovi panorami? Ecco i migliori 10 luoghi dove correre consigliati da Dubaitaly. Dubai Marina Tra i grattacieli e il mare,...

Le eccellenze del Made in Italy al Gulfood 2021

2500 aziende, di cui 120 Italiane, 85 Paesi, Michelin stars chef, food tech e nuove tendenze, 93.000 metri quadrati di spazio espositivo, il tutto distribuito in 20 halls presso il World Trade Center di Dubai: in pillole questa è la 26ma edizione di Gulfood 2021. Per...

Pillole di Emirati: chi era Bin Majed?

In questi giorni di staycations vi sarà capitato, se siete stati a Ras Al-Khaimah, di esservi imbattuti nella catena alberghiera “Bin Majed”. Il primo pensiero, probabilmente, sarà stato quello di associare il nome al proprietario, magari ad un eventuale “Bin Majed”,...

Emerald Palace Kempinski Dubai: benvenuti a Palazzo

Dubai Start, punto di riferimento per chi vuole esplorare, conoscere e iniziare un business a Dubai, ha stretto una partnership con l'Emerald Palace Kempinski Dubai: ogni mese sono disponibili promozioni speciali e offerte, con pacchetti sia business che leisure, per...
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Come sa bene chi vive qui, per acquistare, trasportare e anche consumare alcolici, tutti gli expat dovrebbero avere una licenza. Anche se esiste una legge scritta nero su bianco, nessuno vi chiederà l’alcohol licence se ordinate un bicchiere di vino al ristorante, ma se vi ritroverete coinvolti in qualche pasticcio, ad esempio una rissa in un locale oppure un incidente in macchina, la legge che punisce chi consuma alcol senza licenza oppure chi si mette alla guida ubriaco, verrà applicata.

E per i turisti? Zona grigia della normativa sugli alcolici, è che tutti dovrebbero avere la licenza per bere, ma finora per ottenere il permesso uno dei requisiti era avere la residenza nel Paese. Per un turista, quindi, era impossibile essere al 100% in regola.

Proprio per colmare questo buco legislativo, i rivenditori di alcolici autorizzato nel Paese, MMI e African Eastern, hanno collaborato con le autorità emiratine per attivare un sistema di licenze anche per i turisti.

Si tratta di una licenza temporanea, gratuita, che può essere rilasciata solo ai non musulmani di età superiore ai 21 anni. I richiedenti devono presentare il passaporto nei negozi MMI e African Eastern e firmare l’apposito modulo. Verrà quindi consegnata la tessera, insieme ad una piccola guida per “bere in modo responsabile” a Dubai.

Vediamo tutto quello che c’é da sapere per rispettare la legge:

  • Poiché gli Emirati sono un Paese musulmano nel quale si applica la Sharia law, è proibito l’acquisto ed il consumo di alcol. Il Governo ha tuttavia ristretto le limitazioni ai soli musulmani, rendendo lecito il consumo di alcolici ai non musulmani attraverso una licenza.
  • Anche gli hotel e i ristoranti (ad eccezione dell’emirato di Sarjah dove il consumo e il possesso di alcolici è proibito ovunque) devono quindi avere il permesso per servire bevande alcoliche.
  • Il consumo di alcol è proibito in tutti i luoghi pubblici non autorizzati, ovvero strade, spiagge, parchi. Anche l’ubriachezza in luoghi pubblici è un’offesa e può essere punita con l’arresto.
  • Se si viene sorpresi a trasportare grandi quantità di alcolici senza licenza oppure si supera la quantità prevista dalla licenza, l’alcol e il veicolo vengono sequestrati e la persona viene punita secondo quanto previsto dalla Sharia Law.
  • La licenza può essere rilasciata solo ai residenti non musulmani.

Alcol e dogana

  • Chi arriva a Dubai può fare entrare nel Paese o acquistare al Duty Free un massimo di 4 litri di alcolici a persona (5 bottiglie o 48 lattine di birra).
  • Ai musulmani, invece, non è concesso importare alcolici a Dubai.

Trasporto di alcol

  • La licenza permette di trasportare gli alcolici, ma solamente su un mezzo proprio.
  • Il trasporto di alcol sulla metropolitana e su tutti gli altri mezzi pubblici non è consentito.
  • In teoria anche il trasposto di alcol in taxi è proibito, sia per i turisti che per i residenti provvisti di licenza.

Da ricordare

  • Per gli expat di religione musulmana bere alcol è vietato.
  • Per gli expat non musulmani è possibile consumare alcol solo se in possesso della licenza.
  • La licenza andrebbe portata sempre con sé.
  • Esiste un limite massimo mensile per l’acquisto delle bottiglie che viene calcolato in base al proprio stipendio (è possibile richiedere informazioni al riguardo nei negozi in cui acquistate le bottiglie).
  • L’alcol deve essere acquistato solamente nell’emirato in cui è stata rilasciata la licenza. E’ quindi contro la legge, per un expat residente a Dubai ad esempio, acquistare alcol a Ras al Khaimah.
  • La tolleranza è zero per chi beve (anche un solo bicchiere) e si mette alla guida. In altre parole, per guidare non si può avere alcuna traccia di alcol nel sangue. Il consiglio è sempre quello di prendere il taxi oppure di far guidare chi non ha bevuto.

 

Articoli correlati

10 percorsi per correre a Dubai

10 percorsi per correre a Dubai

Amate correre? Siete da poco arrivati in città e non conoscete ancora tutti i percorsi? Oppure siete stufi del solito giro e siete in cerca di nuovi panorami? Ecco i migliori 10 luoghi dove correre consigliati da Dubaitaly. Dubai Marina Tra i grattacieli e il mare,...

Tutti pazzi per il delivery

Tutti pazzi per il delivery

Se il brunch è lo sport nazionale per eccellenza in questo paese, il secondo sport più praticato, sempre nell'ambito alimentare, è il delivery, ovvero la gioia (meno per la bilancia) di poter ordinare, a qualsiasi ora del giorno e della notte, del cibo. Se in Italia...

10 percorsi per correre a Dubai

10 percorsi per correre a Dubai

Amate correre? Siete da poco arrivati in città e non conoscete ancora tutti i percorsi? Oppure siete stufi del solito giro e siete in cerca di nuovi panorami? Ecco i migliori 10 luoghi dove correre consigliati da Dubaitaly. Dubai Marina Tra i grattacieli e il mare,...

Tutti pazzi per il delivery

Tutti pazzi per il delivery

Se il brunch è lo sport nazionale per eccellenza in questo paese, il secondo sport più praticato, sempre nell'ambito alimentare, è il delivery, ovvero la gioia (meno per la bilancia) di poter ordinare, a qualsiasi ora del giorno e della notte, del cibo. Se in Italia...

Share This