San Valentino, Papa Gelasio, i cinici e gli innamorati

da Feb 14, 2021Lifestyle

TRENDING

Le eccellenze del Made in Italy al Gulfood 2021

2500 aziende, di cui 120 Italiane, 85 Paesi, Michelin stars chef, food tech e nuove tendenze, 93.000 metri quadrati di spazio espositivo, il tutto distribuito in 20 halls presso il World Trade Center di Dubai: in pillole questa è la 26ma edizione di Gulfood 2021. Per...

Pillole di Emirati: chi era Bin Majed?

In questi giorni di staycations vi sarà capitato, se siete stati a Ras Al-Khaimah, di esservi imbattuti nella catena alberghiera “Bin Majed”. Il primo pensiero, probabilmente, sarà stato quello di associare il nome al proprietario, magari ad un eventuale “Bin Majed”,...

Emerald Palace Kempinski Dubai: benvenuti a Palazzo

Dubai Start, punto di riferimento per chi vuole esplorare, conoscere e iniziare un business a Dubai, ha stretto una partnership con l'Emerald Palace Kempinski Dubai: ogni mese sono disponibili promozioni speciali e offerte, con pacchetti sia business che leisure, per...

Bin Majed, il primo navigatore arabo

Per chi vuole imparare qualche frase in arabo e per chi semplicemente desidera capire un po’ di più della cultura e della storia del Paese nel quale viviamo. Ecco un’altra puntata della rubrica dedicata a questa fantastica lingua, curata da Eugenio Malatacca,...

Una mattina al souk delle spezie

Una mattina mi viene in mente di cucinare i tozzetti spaccadenti miele e mandorle. E dove acquistare le mandorle se non al mercato delle spezie di Deira? Partiamo dal presupposto che io, con le mandorle, mi ci farei il bagno perché le adoro. In Italia, e ovunque mi...

La perseverante missione della NASA su Marte

Si chiama Perseverance, ha le dimensioni di un Suv, ha viaggiato per 7 mesi e 470 milioni di chilometri ed ha ora raggiunto un altro mondo. Il rover della NASA il 18 febbraio scorso è magistralmente atterrato nel cratere Jazero, un buco profondo 28 miglia, a circa 18...

Tutti pazzi per il delivery

Se il brunch è lo sport nazionale per eccellenza in questo paese, il secondo sport più praticato, sempre nell'ambito alimentare, è il delivery, ovvero la gioia (meno per la bilancia) di poter ordinare, a qualsiasi ora del giorno e della notte, del cibo. Se in Italia...

San Valentino, Papa Gelasio, i cinici e gli innamorati

San Valentino, la festa meno amata tra le feste. Forse perchè inevitabilmente induce a riflessioni sulla propria situazione sentimentale, e diciamocelo, il più delle volte non è esattamente l’argomento su cui si ha voglia di ponderare. Maledetto Amore, che porta in...

Dubaitaly Reloaded

Torna Dubaitaly con nuove rubriche, nuovi collaboratori, ma la passione di sempre per l’informazione, la vita a Dubai e la comunità italiana. Chiuso la scorsa estate, nonostante un numero sempre crescente di lettori e sponsor, Dubaitaly è stato recentemente rilevato...

DraculApp™, benvenuti nella nuova era digitale

Tecnologia, creatività e design possono convivere nella stessa azienda e dare vita a progetti di comunicazione digital vincenti. DraculApp ne è la prova! In Italia è stato tra primi “digital integrator💊” ad offrire soluzioni personalizzate per risparmiare tempo e...
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

San Valentino, la festa meno amata tra le feste.

Forse perchè inevitabilmente induce a riflessioni sulla propria situazione sentimentale, e diciamocelo, il più delle volte non è esattamente l’argomento su cui si ha voglia di ponderare. Maledetto Amore, che porta in luoghi di cui mai si sarebbe immaginata l’esistenza e con la stessa facilità, in cui quegli stessi luoghi abbandona. Così ci si ritrova spaesati e confusi come quando da piccoli capitava di perdersi nel supermercato. 

La domanda che a me sorge spontanea di 14 febbraio è: “ perché?”. Già. Perchè San Valentino, tu che vieni raffigurato con espressione innocente, assurgi a custode di una festa così demoniaca come quella in cui si celebra l’amore?

Pare però che la responsabilità non ricada nelle mani del giovane martire. Il merito (la colpa?) è da attribuire a Papa Gelasio che nel lontano 496 d. C., pone fine agli antichi riti pagani dedicati al dio della fertilità Luperco, riti durante i quali i romani si dilettavano in pratiche sadomaso, non propriamente cristiane quindi, e proclama San Valentino protettore dell’amore ed il 14 febbraio il giorno della sua celebrazione. C’è chi sostiene però che a rendere San Valentino il custode degli amori cortesi, fosse stato Geoffrey Chaucer, l’autore dei Racconti di Canterbury che alla fine del 300 scrive The Parliament of Fowls in occasione delle nozze tra Riccardo II e Anna di Boemia, un poema in 700 versi in cui la figura di Cupido viene associata a quella del Santo. 

Che le origini siano riconducibili al dio Pagano dei romani, a Papa Gelasio, o al noto scrittore, resta il fatto che non tutti si entusiasmano all’idea di festeggiare. Proprio a San Valentino infatti, ci si imbatte nelle più disparate categorie di individui. C’è l’esercito dei disillusi, dei cinici-ex feriti di guerra che scottati da una storia finita male, ricordano l’amore come ci si ricorda di quel lontano parente che non vedi e non senti dal mesozoico ma sai essere ancora vivo da qualche parte nel mondo. Poi ci sono gli indifferenti, quelli che “San Valentino è una gran stupidaggine” e il solo parlarne rappresenterebbe un insulto all’intelligenza umana. E come non menzionare i complottisti, quelli che invece “ San Valentino è l’ennesima festa inventata per incoraggiare il consumismo ed affollare i ristoranti”. 

Per fortuna o per sfortuna poi, ci sono gli innamorati. Che festeggino il giorno a loro dedicato o meno, son quelli che fanno invidia un po a tutti. Ammettilo, anche tu che leggi, fiero difensore di una spensierata solitudine. Gli innamorati li riconosci. “Si baciano in piedi contro le porte della notte” scriveva Prévert, si scambiano sguardi intensi ed indecifrabili ma evidenti a chiunque li circondi. Passeggiano allacciati gli uni agli altri come se non potessero separarsi per nessun motivo. E tu che corri nel senso opposto alla loro traiettoria, sai che quella mano non se la lasceranno nemmeno se si accorgessero che non hai lo spazio fisico per continuare in santa pace il tuo jogging da single. Ecco loro forse, festeggiano un po tutti i giorni. E se così non fosse, allora dovrebbero. 

San Valentino però, non è il custode solo dei primi amori. Ma anche di quelli vissuti, ammaccati ma resilienti, di quelli costretti a millemila miglia di distanza ma per sconosciute ragioni, solidi come faraglioni in mezzo al mare. L’amore dei nonni, quello quasi surreale, difficile infatti capacitarsi di come due persone possano continuare a voler avere davanti agli occhi l’uno la faccia dell’altro per 50 anni filati. Eppure eccoli lì a festeggiare le nozze d’oro, platino, e quercia. Quindi si, per fortuna ci sono gli innamorati a ricordarci che a portare il peso delle responsabilità ogni giorno, a fronteggiare le insidie della vita e a rincorrere ciecamente le proprie soddisfazioni, inevitabilmente si finisce per inaridirsi sempre un po di più. 

Poco conta se oggi o in occasione dell’ennesimo anniversario, se con mazzi di rose rosse o con una cassa di frutta, se a cena in ristoranti da Stella Michelin o sul divano di casa. Qualsiasi sia la circostanza, perché non vivere San Valentino come un’ulteriore occasione per dimostrare apprezzamento nei confronti di chi ogni giorno sceglie di essere al nostro fianco?  E se al proprio fianco si ha solo un chilo di gelato, beh.. Quando si parla di amore nulla è più vero dei luoghi comuni: arriverà inaspettatamente, quella ferita si rimarginerà, la ruota gira, la notte nasconde segreti che il lontano mattino mai avrebbe immaginato, e chissà cosa potrebbe accadere oggi. 

 

Articoli correlati

Tutti pazzi per il delivery

Tutti pazzi per il delivery

Se il brunch è lo sport nazionale per eccellenza in questo paese, il secondo sport più praticato, sempre nell'ambito alimentare, è il delivery, ovvero la gioia (meno per la bilancia) di poter ordinare, a qualsiasi ora del giorno e della notte, del cibo. Se in Italia...

Animali&Co: veterinario e vaccini

Animali&Co: veterinario e vaccini

Ormai sono passati due mesi da quando la tipa simpatica senza figli mi ha trovata. Devo dire che dopotutto non sto male con lei, anche se ha un brutto vizio: dice sempre di NO. No al fatto che io voglia esprimere la mia natura interiore di piccola scimmietta e saltare...

Alcolici: è arrivata la licenza per i turisti

Alcolici: è arrivata la licenza per i turisti

Come sa bene chi vive qui, per acquistare, trasportare e anche consumare alcolici, tutti gli expat dovrebbero avere una licenza. Anche se esiste una legge scritta nero su bianco, nessuno vi chiederà l'alcohol licence se ordinate un bicchiere di vino al ristorante, ma...

Quando nasce un bambino: i documenti necessari

Quando nasce un bambino: i documenti necessari

Dubai è una città a misura di bambino. Forse perché molti expat arrivano qui all'età giusta per avere dei figli o forse perché ogni luogo è pensato anche per i più piccoli e, soprattutto, per dare una mano a mamme e papà. Sta di fatto che in poche altre città al mondo...

La sicurezza e i bambini a Dubai

La sicurezza e i bambini a Dubai

Uno dei motivi per i quali gli “expat”, soprattutto occidentali, apprezzano la vita a Dubai è la sicurezza per la quale questa città è famosa. Appena arrivati, si capisce subito che ci sono telecamere e polizia in borghese ovunque e, a prescindere dalle riflessioni...

Tutti pazzi per il delivery

Tutti pazzi per il delivery

Se il brunch è lo sport nazionale per eccellenza in questo paese, il secondo sport più praticato, sempre nell'ambito alimentare, è il delivery, ovvero la gioia (meno per la bilancia) di poter ordinare, a qualsiasi ora del giorno e della notte, del cibo. Se in Italia...

Animali&Co: veterinario e vaccini

Animali&Co: veterinario e vaccini

Ormai sono passati due mesi da quando la tipa simpatica senza figli mi ha trovata. Devo dire che dopotutto non sto male con lei, anche se ha un brutto vizio: dice sempre di NO. No al fatto che io voglia esprimere la mia natura interiore di piccola scimmietta e saltare...

Alcolici: è arrivata la licenza per i turisti

Alcolici: è arrivata la licenza per i turisti

Come sa bene chi vive qui, per acquistare, trasportare e anche consumare alcolici, tutti gli expat dovrebbero avere una licenza. Anche se esiste una legge scritta nero su bianco, nessuno vi chiederà l'alcohol licence se ordinate un bicchiere di vino al ristorante, ma...

Quando nasce un bambino: i documenti necessari

Quando nasce un bambino: i documenti necessari

Dubai è una città a misura di bambino. Forse perché molti expat arrivano qui all'età giusta per avere dei figli o forse perché ogni luogo è pensato anche per i più piccoli e, soprattutto, per dare una mano a mamme e papà. Sta di fatto che in poche altre città al mondo...

La sicurezza e i bambini a Dubai

La sicurezza e i bambini a Dubai

Uno dei motivi per i quali gli “expat”, soprattutto occidentali, apprezzano la vita a Dubai è la sicurezza per la quale questa città è famosa. Appena arrivati, si capisce subito che ci sono telecamere e polizia in borghese ovunque e, a prescindere dalle riflessioni...

Share This