Intervista all’On. Enrico Nan, candidato per la circoscrizione Africa-Asia-Oceania-Antartide

da Set 5, 2022Highlights, News

TRENDING

Countdown per l’inaugurazione della mostra ONEIRISM a Dubai

Parte il countdown per l'inaugurazione della mostra fotografica ONEIRISM di Antonio Saba, ospitata per la prima volta a Dubai. Le porte dell'attesissima esibizione apriranno il 25 gennaio 2023 alle 18:30, presso la galleria d'arte Foundry Downtown di EMAAR. Ad...

Shaping the Future: URB Launches World’s Largest Agritourism in Dubai

Shaping the Future: URB Launches World’s Largest Agritourism in Dubai. While Dubai is establishing itself as a global economic and financial hub, it is turning its gaze to sustainability and "green" urbanization. Among the champions of innovation and transition...

‘We the UAE 2031’: continua la crescita vertiginosa degli Emirati Arabi

Giunge di martedì 22 novembre, l'annuncio da parte dello sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, relativo al lancio di "We the UAE 2031" vision. Il nuovo piano strategico, in linea con quello relativo all'anno 2021, individua gli obiettivi di governo per il prossimo...

Emirati Arabi Uniti, come tutto ebbe inizio

Beduini, mercanti e pirati. Perle, incenso e datteri. E poi il deserto e il mare, da sempre spettatori silenziosi di incursioni, antiche carovane e flotte di esploratori. Su queste terre, oggi conosciute come Emirati Arabi, è approdato Alessandro Magno, hanno...

Con “Farfalle”, ITACA porta a Dubai un pezzo del teatro italiano

Il 19 e 20 Novembre prossimi, ITACA – Italian Theatre And Culture Association- presenterà al pubblico italiano di Dubai “Farfalle”, una commedia noir vincitrice dei premi “Hystrio- Scritture di scena 2015” e “Mario Fratti Award 2016”. Lo spettacolo andrà in scena...

EAU: al via il regime di assicurazione contro la disoccupazione

Al via il regime di assicurazione contro la disoccupazione volto a tutelare cittadini ed espatriati impiegati nel settore privato e nei dipartimenti del governo in caso di perdita del lavoro. Il nuovo schema offrirà sostegno finanziario per la durata di tre mesi in...

“Catching up with the Far East”: la tavola rotonda sull’andamento dei mercati Asiatici

Si è conclusa nella mattinata di mercoledì 19 ottobre, la tavola rotonda dal titolo “Catching up with the Far East” organizzata ed ospitata dagli uffici Kelmer Group di Dubai. Una kermesse che ha visto imprenditori, esperti del settore e rappresentanti delle Camere di...

#maiunagioia: lo spettacolo tutto italiano va in scena a Dubai

Grande attesa per lo spettacolo teatrale  #maiunagioia ideato da Lamya Tawfik e Valentina Danubio, prossimamente in scena presso The Junction, Alserkal Avenue, il 28 ottobre e il 4 novembre 2022. Noi di Dubaitaly abbiamo intervistato Lamya e Valentina per saperne di...

Rivoluziona il tuo shopping con Restyle

Uno stile di vita, un movimento sociale ed individuale per gli amanti della moda, ma sensibili ed attenti all’impatto ambientale del consumismo di massa. Restyle nasce sull'impronta del mercatino dell’usato in perfetto stile italiano: pezzi unici, selezionati ed al...

Legge sul Copyright: quella degli EAU tra le più rigide al mondo

Il trattamento di dati, contenuti e proprietà intellettuale negli Emirati Arabi Uniti non va preso alla leggera. Il Paese dispone ad oggi di uno dei regolamenti copyright più rigidi al mondo. Questo, al duplice scopo di proteggere i diritti dei marchi internazionali...
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

“Maggiore rappresentanza per gli italiani all’estero per sentirsi più in Patria”. Da qui l’intento di ripristinare il Ministero degli Italiani all’Estero, già abolito dalla sinistra Prodiana. È questo l’obiettivo del programma dedicato alle comunità italiane nel Mondo proposto dal centrodestra, che sceglie Enrico Nan come candidato per la circoscrizione Africa-Asia-Oceania-Antartide. 

Avvocato di origini liguri, parlamentare di lungo corso con alle spalle quattro legislature, dal 1994 al 2008, e vice-presidente della commissione dedicata all’affare Telekom Serbia, oggi il senatore Nan è legal advisor negli Emirati Arabi Uniti. 

La proposta del centrodestra che interessa gli italiani all’estero fa perno sulla riforma del voto all’estero con l’obiettivo di semplificare l’IMU prima casa e la sanità e di affrontare la riforma dell’ambasciata. 

Per saperne di più Dubaitaly ha intervistato l’On. Enrico Nan. 

Per la prima volta un programma dedicato agli italiani nel Mondo. Ci racconta le sue proposte? 

Abbiamo cercato di presentare delle idee concrete di cambiamento ascoltando i problemi che i concittadini della circoscrizione Africa, Asia, Oceania e Antartide hanno sottoposto. Innanzitutto vogliamo ridare una rappresentanza istituzionale agli italiani, ovvero il Ministero degli italiani nel Mondo, abolito nel 2008 dalla sinistra. Puntiamo a cancellare invece la tassa sulla prima casa introdotta solo agli italiani all’estero. Abbiamo anche proposte per quanto riguarda la sanità e un migliore funzionamento di ambasciate e consolati. Riassumerei il tutto con: Più Italia nel mondo per sentirci più a casa. 

Parliamo della Sanità e della riforma delle ambasciate. 

Le sfide poste alla salute le abbiamo viste tutti con la crisi pandemica da Covid-19. L’Italia deve garantire ai suoi connazionali un’assistenza coordinata, moderna ed efficiente. Anche per quanto riguarda le ambasciate siamo nell’ambito dei servizi per gli italiani nel Mondo. Su questo ho raccolto molte lamentele dei residenti sui disservizi e voglio farmene carico per tutelare le loro esigenze. 

Come giudica questa corsa elettorale? 

Sento un forte vento di cambiamento. Per anni la sinistra ha fatto molte promesse e molti sono delusi perché si sentono cittadini di seconda divisione. In questa tornata elettorale sono anche molti i candidati della lista del PD provenienti dalle frange della sinistra più estrema, quella che vuole vietare il lusso (un mercato importantissimo per l’Italia), mettere le tasse sui patrimoni e sull’eredità. 

Gli italiani nel Mondo sono stimati per la loro creatività e il loro impegno nel lavoro. Le comunità italiane contribuiscono con orgoglio alla prosperità e al benessere degli Stati in cui vivono e rappresentano i valori, la cultura e lo stile di vita italiano. Le imprese italiane sono un marchio di eccellenza. Questo è per noi un patrimonio da difendere e tutelare, non da punire con tasse e burocrazia. 

Lei è l’unico candidato residente negli Emirati. 

Sì, gli Emirati sono molto attrattivi per i cittadini italiani e per le imprese che vogliono entrare in contatto con nuovi modelli di business di successo. Anche per l’Italia avere un conoscitore degli Emirati è un’opportunità, infatti credo che il nostro Paese debba aprire le proprie prospettive e la propria visione. Credo nella necessità di creare un profondo legame di amicizia e culturale tra Emirati e Italia.

Articoli correlati

Share This