Alessandro Maniero, il “sindaco” di Dubai

da Dic 3, 2020Italian Stories

TRENDING

Al Ain: Alla scoperta della natura e dell’entroterra emiratino

Al Ain è una delle principali città degli Emirati Arabi situata al confine con l’Oman e ad un ora e mezza di macchina circa dalla capitale Abu Dhabi. Essendo nel cuore del deserto e ovviamente non avendo sbocco sul mare, la città presenta paesaggi naturalistici molto...

Comprare casa a Dubai: come investire con EMAAR?

“Sono venuto a Dubai e ne sono rimasto affascinato. È possibile comprare casa qui?” “Ho visto alcune nuove costruzioni di EMAAR, mi piacerebbe saperne di più, ma non so da dove cominciare”. “Il mercato è altalenante. Ha senso fare un investimento immobiliare a Dubai o...

Ras al Khaimah, snodo internazionale e paradiso naturalistico

Situata lungo l'estremità settentrionale della costa degli Emirati Arabi, Ras Al Khaimah (RAK) si trova tra il Golfo Persico e le montagne Hajar. La città copre circa 27 miglia di costa, sulla quale lagune d’acqua cristallina, spiagge di sabbia dorata e altipiani...

Sua Maestà la Carbonara…di Mezzo!

Nasce a Roma, ma ha viaggiato in lungo e in largo. Senza dubbio nell’Olimpo delle pietanze tipiche italiane: Sua Maestà la Carbonara. Per questo, ogni italiano che si rispetti avverte una fitta al cuore quando sente parlare di orribili rivisitazioni: dai preparati...

Il mondo in miniatura al Global Village di Dubai

Il Global Village di Dubai è senza dubbio un luogo affascinante senza eguali in tutta la regione. Oltre ad essere un sito culturale, è anche un vero e proprio hub di intrattenimento e spettacoli di ogni genere. Il concept è alquanto suggestivo ed originale: ricreare...

La cultura autentica di Dubai. Cosa è l’Islam e chi sono i musulmani

Dalle moschee in perfetto stile arabo alle giganti strade all’americana e ai profumi d’India, ecco Dubai, città europea ed intimamente così orientale dove numerose culture si confondono come tessere di un grande mosaico. Qui tradizioni e abitudini fortemente distanti...

Mamma, mollo tutto e vado a fare il gelato a Dubai

Se il tuo obiettivo è quello di piacere a tutti non provare a essere un leader, inizia a vendere gelati. (Steve Jobs). Se c’è una cosa italiana, indiscutibilmente italiana che ha conquistato il mondo (come la pizza, tanto per fare un altro esempio) è il gelato. Che,...

Fabrizio Puglisi, turismo e calcio “made in Italy” negli Emirati Arabi

Fabrizio, siciliano, classe ’86, è riuscito a combinare qui le sue due gradi passioni, quella per il calcio e  quella per il suo Paese, e a trasmetterle alle centinaia di bambini della “Juventus Academy”, che vengono da 50 nazioni diverse, tra di loro parlano in...

Elisa Corvi e due mondi che si incontrano a Dubai

Come sei arrivata a Dubai e quando? 8 anni fa dall’Italia. A quel tempo vivevo a Milano con mio marito e le mie due prime figlie Bianca e Ginevra e aspettavo il mio terzo, Leo. Perché hai deciso di venire a Dubai? Motivi di famiglia: all’inizio perchè mio marito è...

Un affascinante viaggio attraverso le isole di Abu Dhabi

La bellissima capitale degli Emirati Arabi è un affascinante arcipelago composto da oltre 200 isole, moltissime delle quali accessibili ai visitatori. Lo stesso cuore pulsante della città si erge su un’isola distante circa 250 metri dalla terraferma. Da viste...
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Lo chiamano “il sindaco”, non c’è italiano a Dubai che non lo conosca, oltre al suo lavoro ha dato vita a un numero di progetti incalcolabili, tra cui una squadra di basket tutta italiana, una serie di appuntamenti culinari rivolti alla nostra comunità, uno dei primissimi e più seguiti gruppi facebook di connazionali negli Emirati Arabi e la seconda edizione di Dubaitaly.

Alessandro Maniero è a Dubai dal 2005, professione artigiano specializzato in decorazioni pittoriche. Lo avevano chiamato per dei lavori nelle ville di alcuni privati, dove si è fatto notare al punto che, l’anno successivo, lo hanno chiamato nuovamente, questa volta come responsabile delle decorazioni dell’Armani Hotel, all’interno del “Burj Khalifa” (che, allora, si chiamava “Burj Dubai”).  

Alessandro, perché hai deciso di restare a Dubai?

Perché ho capito che questa città poteva essere quella della svolta: allora, chiunque avesse creatività, competenza, determinazione, intelligenza e spirito imprenditoriale poteva avere la possibilità di crearsi una nuova vita professionale.

Quali sono state le sfide che hai dovuto affrontare?   

Alessandro Maniero

La vera sfida è stata quella di affrontare un impegno professionale così diverso, per di più in una lingua che non conoscevo: allora, in inglese, sapevo mettere sì e no insieme una frase di senso compiuto! Basti pensare alla disorganizzazione generale, che quindici anni fa era ancora più evidente di oggi; la bassa qualità della manovalanza e delle finiture, l’approssimazione a cui pareva che tutti fossero abituati e al fatto che i clienti si aspettassero un lavoro di qualità ad un prezzo che non ne avrebbe neanche coperto i soli costi. 

Anche il reperimento dei materiali è stata un’avventura: perché, se tutti avevano tutto, o così raccontavano, la qualità era medio scarsa!

Oggi è molto diverso, perché la domanda di prodotti pregiati è aumentata e di conseguenza le aziende più serie si sono adeguate, importandoli e vendendoli a costi ragionevoli.

Essere completamente soli poi, dal punto di vista umano è un vantaggio perché non devi rendere conto a nessuno e puoi organizzarti come meglio credi, ma da quello imprenditoriale è uno svantaggio, perché lavorare con dei collaboratori appena incontrati non sarà mai come farlo con i tuoi genitori, con i tuoi figli o con persone che conosci da sempre e con le quali hai instaurato un rapporto di fiducia da anni.

Dubai, tra l’altro, non è certo la più facile delle realtà per un piccolo imprenditore: se da un lato un caffè, un incontro casuale, un sorriso, ti possono aprire porte e condurre a possibilità insperate, dall’altra le “fregature” sono dietro l’angolo! Ci sono stati periodi in cui non sono stato pagato, non avevo un soldo in tasca, ho dormito su un divano… ho subìto inganni e investito in progetti sbagliati, ma mi piace credere che tutto questo faccia parte di un percorso di crescita personale e professionale per diventare migliore.

Nella vita continuerò a sbagliare, ma almeno sbaglierò meglio!

 Quali sono state le tue maggiori soddisfazioni?

Mah… direi che essere a Dubai da quindici anni senza essere mai stato costretto a scappare è una soddisfazione non indifferente!

Cosa ami, particolarmente, di Dubai?

La libertà di scegliere se volare o camminare con i piedi per terra, il fatto di avere deserto, mare e cielo a disposizione, l’opportunità di conoscere ogni giorno gente diversa, stramba e, perché no, interessante!

A cosa devi il tuo successo?

La perseveranza, errori dai cui ho imparato, onestà e buon gusto.

Cosa consiglieresti a un giovane che volesse venire a Dubai a fare il tuo lavoro?

Il mercato negli Emirati è molto cambiato in questi anni: è diventato molto selettivo, dando pochissimo spazio a persone inesperte, che non parlano inglese, con poca capacità imprenditoriale e scarse possibilità economiche. 

Invito comunque i giovani con buona autostima, passione e intraprendenza a venire qui, toccare con mano e capire se questa può essere la loro nuova terra. 

A tutti dico di venire, ma allo stesso tempo ricordo che questo non è un posto per tutti.

Articoli correlati

Sua Maestà la Carbonara…di Mezzo!

Sua Maestà la Carbonara…di Mezzo!

Nasce a Roma, ma ha viaggiato in lungo e in largo. Senza dubbio nell’Olimpo delle pietanze tipiche italiane: Sua Maestà la Carbonara. Per questo, ogni italiano che si rispetti avverte una fitta al cuore quando sente parlare di orribili rivisitazioni: dai preparati...

Sua Maestà la Carbonara…di Mezzo!

Sua Maestà la Carbonara…di Mezzo!

Nasce a Roma, ma ha viaggiato in lungo e in largo. Senza dubbio nell’Olimpo delle pietanze tipiche italiane: Sua Maestà la Carbonara. Per questo, ogni italiano che si rispetti avverte una fitta al cuore quando sente parlare di orribili rivisitazioni: dai preparati...

Share This