Siete mai stati in queste spiagge?

da Ago 18, 2018City Guide, Lifestyle

TRENDING

Cinque porzioni di ortofrutta per una vita longeva? Arriva la conferma di Harvard

Non è solo un detto: consumare cinque porzioni tra frutta e verdura ogni giorno fa veramente bene al nostro corpo. Non tutta l’ortofrutta è uguale e non basta questo per lavarsi la coscienza da altri vizi, certo è però che consumare con costanza cinque porzioni...

Investimenti immobiliari a Dubai: Missoni firma un nuovo grattacielo a Business Bay

ll mercato immobiliare di Dubai si conferma più che mai attivo ed in fibrillazione. E’ stata da poco lanciata una nuova torre residenziale brandizzata Missoni, noto marchio dell’alta moda italiana.   Se volete Investire in immobili a Dubai e cercate qualcosa di...

Padova, tesoro dell’umanità, ora riconosciuta dall’UNESCO

“Dopo aver attraversato in pieno sole il giardino dell’Arena entrai nella cappella di Giotto, dove l’intera volta e gli sfondi degli affreschi sono così turchini da far credere che la radiosa giornata [...] sia venuta per un attimo a porre all’ombra e al fresco il suo...

Italy Muslim Friendly da il via all’internazionalizzazione delle imprese calabresi in Medio Oriente

Nasce in Calabria l'Italy Muslim Friendly, il percorso di ricerca scientifica sull’internazionalizzazione delle imprese calabresi nei mercati arabi-musulmani e di collaborazione, studio e formazione per giovani laureati calabresi e al loro affiancamento alle tante...

Alimentazione in estate: come gestire la dieta per combattere il caldo?

Ormai tutti sappiamo che la dieta può aiutarci in davvero tante cose. Sappiamo del suo potenziale nella cura delle patologie, del suo potere in ambito di prevenzione per altre e dell’aiuto che può dare nella terapia farmacologica in altrettante. Ma oltre al benessere...

Arafah day e Eid Al Adha: perchè l’Islam festeggia

Nella cittadina di Mina, a pochi chilometri da La Mecca, si trova una piccola collina nota come “Monte della Misericordia” e nel giorno di Arafah che precede la grande festa dell’Eid al Adha (la festa del sacrificio) i pellegrini si riuniscono in preghiera dall’alba...

Arts Club: Da Mayfair a Dubai

“C'era una volta il sabato sera all'Arts Club, un luogo affollato di scrittori e artisti che si ritrovavano per rilassarsi dopo il lavoro” Al 40 di Dover Street, nel quartiere Mayfair, una caratteristica townhouse del XVIII secolo ospita il salotto per eccellenza di...

Fatima bint Mubarak Women Center, un passo in più verso l’emancipazione delle donne

Contribuire ad un ambiente favorevole alla realizzazione delle donne, sensibilizzare l'opinione pubblica sui ruoli di genere nel mantenimento della pace e migliorare lo status della donna attribuendole ruoli  decisionali all'interno della società araba. Sono questi...

L’ascesa di Dubai: il villaggio di pescatori divenuto impero commerciale del Golfo

Molto prima di trasformarsi nella “Manhattan d’oriente” e prima ancora di divenire il frutto della visione di un solo uomo, prima del petrolio e di essere definita dallo stesso Sceicco “Dubai ink”, la città emiratina era un piccolo insediamento di case arish e...

Qasr Al Watan, il luogo in cui si parla di futuro preservando la storia

Riflette al sole come una perla, la stessa da cui tutto ebbe inizio più di 7000 anni fa e che poi fece la fortuna della costa del Golfo, di Dubai e di Abu Dhabi.  Si colora d’oro al tramonto quasi come se non fosse fatto di granito ma di sola luce. Il bianco ed il blu...
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

1.318 chilometri di costa, angoli nascosti, con mare cristallino, sabbia bianca e in genere non affollate, che per ora resistono alle costruzioni. Ci siete mai stati?

  • Saadiyat Beach, Abu Dhabi: non è esattamente una spiaggia libera, poiché si paga un ingresso di 25 aed per gli adulti e di 15 aed per i bambini dai 6 anni in su, ma è davvero una delle migliori spiagge del Paese. Oltre 400 metri di costa, con sabbia bianca e mare blu, dichiarata parco naturale (nessuno sviluppo è permesso entro 60 metri dal litorale). Sono proibiti moto d’acqua e motoscafi e, se si è fortunati, si possono vedere i delfini poco lontano dalla spiaggia (abitano questi mari gli Indo-Pacific Humpback dolphins). E dietro i lettini e gli ombrelloni, le dune ospitano regolarmente le tartarughe, che vengono qui per deporre le uova.
  • Shuweihat Island: si trova ad ovest lungo la costa, sulla E11 verso il confine con l’Arabia Saudita, non lontano dalla città di Ruwais. Arrivarci non è semplice, e ci vuole un’automobile 4×4. Il colore rosa/arancione/rosso delle rocce sono quelle dell’arenaria (come la città di Petra), e il mare è cristallino. E’ possibile campeggiare.
  • Mirfa Beach: dopo Abu Dhabi, nella regione di Al Gharbia (si passa di qui per raggiungere Sir Bani Yas Island), la spiaggia ospita l’annuale Festival degli sport acquatici (ad aprile). E’ un lungo tratto di costa incontaminato, quasi sempre pacifico e poco affollato. Nei dintorni sono disponibili strutture per il campeggio.
  • Black Palace Beach, Dubai: nota come Al Sufouh Beach o Secret Beach, questa spiaggia è una piccola gemma nella città di Dubai. Stretta tra i palazzi reali di Al Sufouh, non lontano da Knowledge Village, l’ingresso non è segnalato dalla strada. Ultimamente un po’ più affollata, se ci andate la mattina, la sera o durante la settimana sarà tutta per voi.
  • Khor Fakkan: affacciato sul Golfo dell’Oman, questo pezzo di costa ha una bellissima baia incontaminata e orlata di palme, conosciuta come Heart Beach. L’acqua è cristallina, la spiaggia piena di conchiglie. Gli emiratini amano venire qui il weekend per sfuggire alla città.
  • Jebel Ali Beach: di fianco al Jebel Ali Golf Resort resiste questo pezzo di spiaggia libera. Vicinissima a Dubai, è perfetta per rilassarsi durante il fine settimana. Soprannominata Dog Beach nonostante i cani non siano più ammessi sulla spiaggia.
  • Dibba: la costa di questa cittadina nasconde delle bellissime spiagge, incontaminate e solitarie, raggiungibili però solo con la barca (si possono noleggiare al porto di Dibba dove c’è anche un vivace mercato del pesce). Occorre portarsi dietro il passaporto poiché per raggiungere Dibba si passa dall’Oman. Nella zona è possibile campeggiare oppure dormire sulle barche.

Articoli correlati

Arts Club: Da Mayfair a Dubai

Arts Club: Da Mayfair a Dubai

“C'era una volta il sabato sera all'Arts Club, un luogo affollato di scrittori e artisti che si ritrovavano per rilassarsi dopo il lavoro” Al 40 di Dover Street, nel quartiere Mayfair, una caratteristica townhouse del XVIII secolo ospita il salotto per eccellenza di...

Arts Club: Da Mayfair a Dubai

Arts Club: Da Mayfair a Dubai

“C'era una volta il sabato sera all'Arts Club, un luogo affollato di scrittori e artisti che si ritrovavano per rilassarsi dopo il lavoro” Al 40 di Dover Street, nel quartiere Mayfair, una caratteristica townhouse del XVIII secolo ospita il salotto per eccellenza di...

Share This