Dubai: mega progetto eco-friendly per vivere il deserto

da Apr 8, 2018Lifestyle

TRENDING

Cinque porzioni di ortofrutta per una vita longeva? Arriva la conferma di Harvard

Non è solo un detto: consumare cinque porzioni tra frutta e verdura ogni giorno fa veramente bene al nostro corpo. Non tutta l’ortofrutta è uguale e non basta questo per lavarsi la coscienza da altri vizi, certo è però che consumare con costanza cinque porzioni...

Investimenti immobiliari a Dubai: Missoni firma un nuovo grattacielo a Business Bay

ll mercato immobiliare di Dubai si conferma più che mai attivo ed in fibrillazione. E’ stata da poco lanciata una nuova torre residenziale brandizzata Missoni, noto marchio dell’alta moda italiana.   Se volete Investire in immobili a Dubai e cercate qualcosa di...

Padova, tesoro dell’umanità, ora riconosciuta dall’UNESCO

“Dopo aver attraversato in pieno sole il giardino dell’Arena entrai nella cappella di Giotto, dove l’intera volta e gli sfondi degli affreschi sono così turchini da far credere che la radiosa giornata [...] sia venuta per un attimo a porre all’ombra e al fresco il suo...

Italy Muslim Friendly da il via all’internazionalizzazione delle imprese calabresi in Medio Oriente

Nasce in Calabria l'Italy Muslim Friendly, il percorso di ricerca scientifica sull’internazionalizzazione delle imprese calabresi nei mercati arabi-musulmani e di collaborazione, studio e formazione per giovani laureati calabresi e al loro affiancamento alle tante...

Alimentazione in estate: come gestire la dieta per combattere il caldo?

Ormai tutti sappiamo che la dieta può aiutarci in davvero tante cose. Sappiamo del suo potenziale nella cura delle patologie, del suo potere in ambito di prevenzione per altre e dell’aiuto che può dare nella terapia farmacologica in altrettante. Ma oltre al benessere...

Arafah day e Eid Al Adha: perchè l’Islam festeggia

Nella cittadina di Mina, a pochi chilometri da La Mecca, si trova una piccola collina nota come “Monte della Misericordia” e nel giorno di Arafah che precede la grande festa dell’Eid al Adha (la festa del sacrificio) i pellegrini si riuniscono in preghiera dall’alba...

Arts Club: Da Mayfair a Dubai

“C'era una volta il sabato sera all'Arts Club, un luogo affollato di scrittori e artisti che si ritrovavano per rilassarsi dopo il lavoro” Al 40 di Dover Street, nel quartiere Mayfair, una caratteristica townhouse del XVIII secolo ospita il salotto per eccellenza di...

Fatima bint Mubarak Women Center, un passo in più verso l’emancipazione delle donne

Contribuire ad un ambiente favorevole alla realizzazione delle donne, sensibilizzare l'opinione pubblica sui ruoli di genere nel mantenimento della pace e migliorare lo status della donna attribuendole ruoli  decisionali all'interno della società araba. Sono questi...

L’ascesa di Dubai: il villaggio di pescatori divenuto impero commerciale del Golfo

Molto prima di trasformarsi nella “Manhattan d’oriente” e prima ancora di divenire il frutto della visione di un solo uomo, prima del petrolio e di essere definita dallo stesso Sceicco “Dubai ink”, la città emiratina era un piccolo insediamento di case arish e...

Qasr Al Watan, il luogo in cui si parla di futuro preservando la storia

Riflette al sole come una perla, la stessa da cui tutto ebbe inizio più di 7000 anni fa e che poi fece la fortuna della costa del Golfo, di Dubai e di Abu Dhabi.  Si colora d’oro al tramonto quasi come se non fosse fatto di granito ma di sola luce. Il bianco ed il blu...
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Proseguono i progetti per rendere Dubai la città più sostenibile al mondo, con l’ambizioso obiettivo di portare la quota di energia pulita in città al 7% entro il 2020, al 25% entro il 2030 e al 75% entro il 2050. Oltre al grande parco solare Mohammed bin Rashid Al Maktoum, che avrà una capacità di 5000MW entro il 2030 e che è entrato nella quarta ed ultima fase dei lavori, lo Sceicco di Dubai e la Dewa hanno annunciato l’avvio della Al Marmoom Conservation Reserve, prima attrazione turistica ambientale degli Emirati, a zero impatto sull’ambiente, che coprirà il 10% della superficie totale dell’emirato di Dubai.

La riserva – prima area di conservazione del deserto non recintata nel Paese – ospiterà le piante e gli animali di questa zona (26 specie di rettili, 9 specie di mammiferi, 39 specie di piante, 19 specie di animali in via di estinzione, tra i 300 e 500 fenicotteri), piattaforme di osservazione, aree per lo yoga, un teatro all’aperto, una pista ciclabile di 100 chilometri (neanche a dirlo, la più lunga esistente in qualsiasi deserto del mondo). All’interno dell’area sorge anche il sito archeologico di Saruq Al Hadid.

Tutto sarà ovviamente alimentato da energia pulita, con pannelli solari sui tetti delle strutture (come parte dell’iniziativa Shams Dubai), con un’infrastruttura idrica avanzata che “soddisfa i più elevati standard internazionali” – sottolinea la Dewa – e stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Entro il 2030, la riserva si propone di ospitare più di 20 eventi sportivi annuali con l’obbiettivo di far vivere a tutti, residenti e turisti, il deserto: “Preservare e investire nell’ambiente significa preservare e investire in uno dei nostri beni più importanti – ha affermato lo Sceicco -. La riserva di Marmoom è un’aggiunta ambientale, turistica e sportiva alla vita negli Emirati Arabi Uniti. Il deserto è bello e stimolante; fornisce un rifugio pacifico a piante, uccelli e persone”.

Nel frattempo, con il caldo che comincia a farsi sentire, la Dewa ricorda alcuni piccoli accorgimenti per diminuire i consumi, nel proprio piccolo e nella vita di ogni giorno:

  • Evitare di utilizzare elettrodomestici che utilizzano molta energia elettrica come ferri da stiro, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, scalda acqua e forni elettrici durante le ore di punta, dalle 12 alle 18
  • Regolare l’aria condizionata a 24°
  • Spegnere l’aria condizionata quando si esce da una stanza
  • Utilizzare ventilatori a soffitto per mantenere l’aria in circolazione
  • Se l’aria condizionata è accesa in una stanza, assicurarsi che tutte le porte e le finestre siano ben chiuse per evitare dispersioni
  • Spegnere le luci, gli apparecchi e i dispositivi elettronici non necessari e scollegarli per eliminare anche lo standby
  • Bagnare le piante e i giardini durante la notte o la mattina presto per evitare l’evaporazione dell’acqua

 

Articoli correlati

Share This